Juventus
    16.12.2014 18:16 - in: S

    Primavera, il punto di Fabio Grosso

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Intervistato in esclusiva da JTv alla vigilia del derby di TIM CUP, il tecnico degli Under 19 bianconeri traccia il bilancio della stagione finora e rilancia le ambizioni per la seconda parte dell’annata calcistica

    Dopo il ko di Parma che ha interrotto una striscia di tre vittorie consecutive, sabato è nuovamente tempo di derby per la Primavera di Fabio Grosso. Al Campo Don Mosso di Venaria Reale i bianconeri tornano infatti a disputare la stracittadina di categoria (dopo la vittoria per 2-1 del novembre scorso), ma questa volta la gara sarà valida per i quarti di finale di Primavera TIM Cup. Una sfida decisiva per proseguire il cammino nella competizione ma, soprattutto, terminare l’anno in crescendo prima della sosta natalizia.

    «Sarà una partita dura come è stata quella di campionato in cui, come al solito, cercheremo di dare il massimo e di ottenere il massimo», ha commentato l’ex giocatore della Juventus oggi coach degli Under 19 bianconeri in un’intervista esclusiva realizzata da JTv.  

    «Per noi quest’anno è un percorso difficile: abbiamo accettato con la società la sfida di portare avanti una squadra più giovane rispetto alle altre, ma siamo molto contenti di come si sta sviluppando, di come stiamo crescendo ma soprattutto dei margini di crescita ulteriori. Siamo convinti che ci toglieremo soddisfazioni nell’immediato, e anche nel futuro», ha quindi aggiunto volgendosi indietro per analizzare il cammino intrapreso ad inizio stagione.

    Tra campionato, trasferte di Youth League e Coppa Italia (appena iniziata), i ragazzi di Grosso hanno avuto un assaggio di quanto possa essere esigente il salto al professionismo, che è d’altronde l’obiettivo per ciascuno di loro.

    «Abbiamo consumato tante energie fisiche e mentali. E’ un gruppo non abituato ad impegni ravvicinati. Peccato per la partita di domenica, ci avrebbe permesso di terminare il campionato in grandissima ascesa. Venivamo da una serie di risultati belli, anche a livello di prestazioni (il che è fondamentale). C’è rammarico per non essere riusciti a chiudere l’anno solare con un altro bel risultato. Ma ci rimboccheremo le maniche per recuperare questo passo falso degli ultimi giorni», è l’auspicio del tecnico bianconero.

    Una delle sfide del tecnico – oltre a quella di allenare ragazzi più giovani rispetto a quelli di altre squadre del campionato – è certamente quella di fare convivere all’interno dello spogliatoio tante nazionalità e culture così diverse con armonia. Proprio come avviene in Prima Squadra.

    «C’è un ottimo feeling tra staff e giocatori e tra gli stessi giocatori», ha detto Grosso a tale proposito. «anche se non è facile con tante nazionalità. Riuscire a integrarle è forse il compito più arduo che ci spetta. Con me e i miei collaboratori cerchiamo ogni giorno di far avere il massimo a questi ragazzi e farli crescere nel miglior modo possibile. Siamo contenti di questo percorso. Abbiamo avuto degli intoppi che erano tuttavia messi in preventivo, ma siamo convinti che questo sia un gruppo con grandi qualità, che potrà togliersi soddisfazioni sia a livello di squadra che individuali»

    Durante la sosta natalizia l’obiettivo sarà dunque quello di recuperare quindi le tante energie spese durante questa prima parte della stagione, e ripartire ancora più carichi e determinati per la seconda. «E’ una pausa che il nostro gruppo necessita dopo aver onorato tutti gli impegni finora», ha concluso il mister.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK