Juventus
    20.09.2014 09:00 - in: Serie A S

    Tutto su #MilanJuve

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Numeri, statistiche e curiosità della sfida contro i rossoneri

    SCONTRI DIRETTI

    Sono 158 i precedenti nella massima serie tra queste Milan e Juventus: bianconeri avanti con 56 vittorie contro i 48 successi rossoneri, 54 i pareggi.

    Nonostante ciò, il Milan è la squadra contro cui la Juve ha pareggiato e perso più partite in Serie A, nonché subito più reti (209).

    I rossoneri sono usciti sconfitti da tutti gli ultimi tre confronti contro la Vecchia Signora in campionato, senza riuscire a segnare in due di questi.

    Il punteggio che si è ripetuto con maggior frequenza nei confronti del massimo campionato tra Milan e Juventus è il pareggio per 1-1 (28 volte, l’ultima nella sfida del febbraio 2012).

    15 i precedenti di Serie A terminati a reti bianche, l’ultimo nel dicembre 2007, a Milano.

    Il 7-1 con cui si concluse questa sfida nel febbraio 1950 a Torino rimane la peggior sconfitta subita dai bianconeri in Serie A (alla pari di uno 0-6 esterno contro l’Inter nell’aprile 1954).

    La Juventus invece è stata l’ultima squadra capace di segnare sei gol contro il Milan – a San Siro nell’aprile del 1997.

     

    PRECEDENTI A MILANO

    33 pareggi su 79 partite a San Siro tra Milan e Juventus: quella bianconera è la formazione contro la quale il Milan ha impattato più volte in gare casalinghe nella massima serie.

    Equilibrio nelle ultime nove sfide tra rossoneri e bianconeri giocate a Milano: tre vittorie per parte ed altrettanti pareggi.

    Nell’aprile 1997 Milan-Juventus terminò 1-6: è la peggior sconfitta casalinga dei rossoneri in Serie A.

     

    STATO DI FORMA

    Il Milan non vinceva le prime due partite di Serie A dalla stagione 2006/07.

    Le prime due partite del Milan in questo campionato hanno visto ben 13 reti totali, quelle della Juventus soltanto tre.

    Solo nella stagione 1955/56 i rossoneri erano stati più prolifici dopo due giornate di campionato (nove gol) ma solo ad inizio del campionato 1983/84 avevano subito più reti (sei).

    I rossoneri hanno vinto tutte le ultime sei gare casalinghe, subendo appena due gol.

    La Juventus ha ottenuto i tre punti in sette delle ultime otto trasferte di campionato, subendo tre reti in questo parziale.

    I bianconeri vanno in gol da nove partite di campionato consecutive (16 reti in questo parziale, a fronte di un solo gol subito): la loro porta è imbattuta da cinque incontri di Serie A.

     

    STATISTICHE GENERALI

    I ragazzi di Inzaghi sono stati i più prolifici finora (otto reti) nonostante gli appena 18 tiri scoccati, frutto della migliore percentuale realizzativa in Serie A (44.4%, alla pari del Parma).

    Fase difensiva da registrare per il Milan che ha incassato già cinque reti (meno solo di Sassuolo e Parma): 32 tiri effettuati dagli avversari, a differenza dei 16 concessi dai bianconeri ancora imbattuti.

    La Juventus, nelle prime due giornate, ha sbloccato il risultato prima del 10’ di gioco: è la squadra più prolifica in questo arco di tempo.

    Quattro dei cinque gol subiti dal Milan in questo avvio di campionato sono arrivati nei secondi tempi, più di ogni altra formazione.

    I rossoneri sono anche i più bucati in Serie A sugli sviluppi di calci d’angolo (due reti). Due le autoreti concesse dagli uomini di Inzaghi, altro primato negativo.

    Il possesso palla medio della Juve nelle prime due partite è stato del 64%; la scorsa stagione con Antonio Conte fu in media del 56%.

    Solo 12 i cross su azione effettuati dai rossoneri finora, almeno 10 meno di ogni altra squadra della Serie A.
     

    ALLENATORI

    Massimiliano Allegri ha guidato il Milan dall’estate 2010 al gennaio del 2014: 133 panchine in Serie A, 56% di vittorie e scudetto conquistato alla prima stagione.

    In caso di pareggio, sarebbe il 50° per Allegri nella massima serie (206 panchine in Serie A, 102 vittorie).

    Filippo Inzaghi, da giocatore, ha vestito la maglia della Juventus dal 1997 al 2001 segnando 57 gol in 120 partite di Serie A e conquistando uno scudetto (1997-1998) prima di trasferirsi in rossonero.

    Nel Milan, Inzaghi ha giocato 202 gare nella massima serie, segnando 73 reti: solo tre gol in 13 partite nell’ultimo biennio prima del ritiro, con Allegri allenatore.

    Primo confronto tra i due tecnici in Serie A: Allegri ha già affrontato quattro volte il Milan da avversario quando guidava il Cagliari, un pareggio e tre sconfitte il suo score.
     

    SQUALIFICATI:

    Milan: Bonera (1).

    Juventus: -


     


    Dati Opta


     

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK