Juventus
    21.04.2015 17:27 - in: Champions League S

    Uno a zero. E poi…

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    In cinque occasioni europee la Juventus, partendo da una vittoria di misura in casa, ha poi superato il turno. Per essere più precisi, in una di queste ha vinto una Coppa.

    Sono cinque i precedenti storici nelle Coppe Europee che sorridono alla Juventus, vittoria all’andata in casa per 1-0, proprio come è successo la settimana scorsa contro il Monaco. Vediamoli insieme, in ordine cronologico.

    1964: Atlético Madrid
    Si gioca la Coppa delle Fiere, edizione ‘63/’64. La Juventus incontra la squadra di Madrid e a Torino la supera con un gol di Stacchini alla mezz’ora. Al ritorno la Signora la chiude in dieci minuti, andando in rete al quinto con Dell’Omodarme e al nono con Menichelli. A nulla, sia per l’esito del match che per quello della qualificazione, serve la rete di Betia al minuto 64: la Juve passa ai quarti di finale della competizione, dove incontrerà un’altra spagnola, il Real Zaragoza, poi vincitore del torneo.

    1967: Rapid Bucarest
    Coppa dei Campioni, edizione 1967/68, Ottavi di Finale. La sfida del Comunale è risolta da una rete di Magnusson al 58’ minuto di gioco. Al ritorno, per approdare ai quarti di finale, alla squadra bianconera allenata da Herrera basterà portare a casa un pareggio a reti bianche, nonostante l’infortunio a Del Sol che ne condiziona la partita.

    1972: Magdeburgo
     



    L’edizione 1972/73 della Coppa dei Campioni oppone, agli ottavi di Finale, la Juventus a una squadra della Germania Est, il Magdeburgo. È una rete di Pietro Anastasi a chiudere il match di andata a Torino. Il giorno 11 novembre 1972 si gioca il ritorno in Germania e la Juve si impone ancora di misura. Man of the match, in questo caso, è Cuccureddu.

    1974: Ajax



    Il turno è lo stesso, ottavi di finale. Cambia però la competizione: la Juve gioca in Coppa Uefa contro una delle grandi del calcio europeo, l’Ajax. Protagonista della doppia sfida è Oscar Damiani, che segna il gol partita al Comunale all’andata (minuto 18) e va in gol anche ad Amsterdam. Gli olandesi, nel match dell’Olympisch Stadion, passano in vantaggio con Blankenburg al quarto d’ora del primo tempo, ma è un rigore dell’attaccante bianconero a riequilibrare la partita e, di fatto, chiudere il discorso qualificazione. A nulla servirà la rete di Muhren al novantesimo, perché ai quarti ci va la Juve.

    1977: Athletic Bilbao – La Juve vince la Coppa Uefa!
    Quella che vi raccontiamo è una doppia sfida che per la storia bianconera significa molto, perché al termine della partita di ritorno, a Bilbao, la Juve alza il suo primo trofeo europeo. La Finale di Coppa Uefa si gioca in due partite, andata e ritorno. A Torino basta un gol di Tardelli al 15’ del primo tempo per chiudere il tabellino. Si va a Bilbao, dove l’ambiente è letteralmente infuocato. La Signora non si fa intimidire e passa al sesto minuto con Bettega. Come è logico attendersi arriva la reazione del Bilbao che ribalta il risultato con Irueta e Carlos e si gioca il tutto per tutto. I bianconeri resistono, perdono per 2-1 ma è un punteggio sufficiente per alzare al cielo la Coppa Uefa.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK