Juventus
    Juventus
      25.04.2015 11:30 - in: Serie A S

      Verso il Derby: alla scoperta del Toro

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      In questo #OppositionWatch analizziamo numeri e caratteristiche della squadra allenata da Giampiero Ventura

      Ottava posizione in classifica, con 44 punti, frutto di 11 vittorie, altrettanti pareggi e 9 sconfitte. Questo il bottino in campionato del Toro, che domani ospita la Juve all’Olimpico. La squadra granata arriva al #DerbyDellaMole imbattuta da quattro turni (due vittorie prima, due pareggi poi).

      Scopriamo qualche curiosità e analizziamo qualche dato sui nostri avversari.

      I gol: molti arrivano dalla difesa
      Il Toro ha segnato finora 36 volte in campionato, con una particolarità: è la seconda squadra per gol realizzati da un difensore, 11, dietro solo alla Fiorentina con 12. Artefice di questa statistica è Kamil Glik: il polacco è infatti il difensore con il maggior numero di reti nel nostro campionato, sette, e il giocatore in assoluto che ha trovato più gol di testa, cinque. Capocannoniere della squadra granata è comunque un attaccante, che la Juve conosce molto bene: Fabio Quagliarella, con 12 segnature, a una sola di distanza dal suo record personale, fatto registrare nelle stagioni 2006/2007 e 2008/2009. Quagliarella è anche il secondo giocatore del campionato per tiri effettuati, ben 107. Due meno di Paulo Dybala del Palermo e sette in più di Carlos Tevez, attuale capocannoniere della Serie A.

      Quando segna il Toro
      Su 36 segnature totali, i granata ne hanno realizzate 9 fra il 15’ e il 30’ del primo tempo, e 10 nello stesso arco temporale della ripresa. Se si considerano invece i gol subiti, il Toro è più vulnerabile nel quarto d’ora finale dei due tempi: 15 gol su 33 sono arrivati in questi minuti.

      Come giocano i granata?
      Lo schema tattico prediletto dall’allenatore Giampiero Ventura è il 3-5-2. Glik difensore centrale, affiancato da Moretti e Maksimovic (o Bovo), centrocampo a cinque con Gazzi centrale affiancato El Kaddouri e Vives (in alternativa, nell’ultima partita col Sassuolo, Benassi e Farnerud), sulle fasce alternanza fra Molinaro, Bruno Peres e Darmian, in attacco Quagliarella, affiancato da Martines o da Maxi Lopez. Questo è quanto emerge dalla lavagnetta tattica delle ultime tre partite di campionato.

      Casa/trasferta
      Una classifica migliore fuori casa, rispetto a quella fra le mura amiche, per il Toro: se si contano solo i match all’Olimpico i granata sono infatti decimi, con 22 punti (cinque vittorie, sette pareggi e tre sconfitte, sedici gol fatti e dodici subiti). Sesti invece, gli uomini di Ventura, nella speciale graduatoria relativa alle partite in trasferta, anche se i punti realizzati sono gli stessi, 22.

      Allegri vs Ventura
      I due allenatori si sono incontrati fra loro sette volte. Ventura non ha mai vinto, un solo pareggio e sei successi per il tecnico di Livorno. Contro la Juve, l’allenatore granata ha invece vinto 3 volte e perso 10, mentre Allegri è imbattuto contro il Toro (sei le vittorie e quattro le sconfitte).

      I primati di squadra: #StatAttack

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK