Juventus
    Juventus
      17.03.2015 12:17 - in: Prestiti S

      Weekend di gloria tra i pali

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Sugli scudi nel fine settimana quattro numeri uno dell’universo bianconero Talent Track: Leali, Pinsoglio, Fiorillo e Anacoura. In luce anche Otin Lafuente, autore di una decisiva doppietta, e Russini, autore del suo primo gol tra i professionisti

      Leali, Pinsoglio, Fiorillo e Anacoura: quattro portieri bianconeri in prestito rispettivamente al Cesena, Modena, Pescara (comproprietà con la Sampdoria) e Pontedera. Alle loro prodezze tra i pali è dedicato il Talent Track della settimana.

      Iniziamo da Nicola Leali, che si sta facendo valere in forza al Cesena di Bisoli. Dopo la gavetta in Serie B con Lanciano e Spezia negli anni passati, il giovane portiere dell’Under 21 ha strappato applausi ma questa volta alla Scala del Calcio, dove con i compagni ha fermato l’Inter sull’1-1. Incassato il gol di Palacio al 3’ del secondo tempo, è stato determinante nella ripresa su due pericolose conclusioni di Podolski e un salvataggio in tuffo ad anticipare Icardi: tutte occasioni che, capitalizzate, avrebbero potuto regalare la vittoria ai nerazzurri.

      Protagonista del fine settimana calcistico anche Carlo Pinsoglio, originario di Moncalieri ma attualmente a guardia della porta dei canarini modenesi. Nel caldissimo derby emiliano in casa di un Bologna  secondo in classifica e caricato a molla dalla vittoria contro il Varese, gli attacchi di Cacia e compagni si sono infranti contro il muro difensivo modenese, la cui pietra angolare è stata proprio il giovane classe ’90 con un passato tra Pescara e Vicenza.

      Lo 0-0 del Dall’Ara blocca la formazione felsinea e consolida la posizione a metà classifica dei rivali della via Emilia a quota 38 punti (appena 25 le reti subite, seconda miglior difesa dopo il Carpi capolista).

      Il giorno prima, sabato 14 marzo, c’è stata gloria anche per il giovane 1990 genovese Vincenzo Fiorillo, che con il Pescara – squadra in cui milita attualmente dopo essere cresciuto nelle giovanili doriane ed essere passato allo Spezia e al Livorno – ha colto una decisiva vittoria esterna sul campo del Carpi, prima in classifica in Serie B.

      L’impresa dei ragazzi di Baroni, che approdano all’ottavo posto che vale i playoff, ribalta ogni pronostico della vigilia, avendo finora il Carpi perso solamente tre partite in 30 giornate (da due mesi non arrivava uno stop). Il Pescara –quattro vittorie in cinque incontri – sbanca il Cabassi anche grazie a Fiorillo, eroico su Inglese a inizio primo tempo.

      In Lega Pro, infine, si è fatto notare Francesco Anacoura, milanese classe ’94 con passaporto italiano e delle isole Seychelles.

      Nella vittoria per 0-4 del sorprendente Pontedera sul Prato c’è anche il suo zampino: nel derby toscano (dove decidono i gol di Bartolomei, De Cenco autore di una doppietta e Cesaretti) la squadra della provincia di Pisa vince e convince e si porta a quattro punti dal quarto posto che significa playoff, occupato proprio dalla formazione del capoluogo provinciale.

      Anacoura ha militato nella Pro Vercelli per tutto il girone d’andata, mentre l’anno prima ha difeso la porta del Cuneo. E’ cresciuto nelle giovanili del Pavia, dove il Parma l’ha notato.

      Ma lo scorso weekend calcistico non ha regalato soddisfazioni solamente ai guardiani dei pali: anche un attaccante ha svolto il ruolo di ago della bilancia per le sorti della propria squadra.

      Una doppietta di Hector Otin Lafuente ha infatti permesso alla Virtus Entella di superare il Trapani, ostica formazione del campionato Primavera Girone A (lo stesso della Juventus di Fabio Grosso) e di portarsi a quota 32 punti – ovvero a due sole lunghezze dall’ultima piazza utile per i playoff, attualmente occupata dal Parma.

      La trasferta siciliana ha visto l’Entella “sempre padrona del campo” – si legge sul sito della società ligure -  fino a concretizzare quando Paliaga calcia un diagonale dal limite sul quale il portiere di casa esce travolgendo La Fuente, che si procura il rigore e lo realizza con freddezza.

      Prodotto del vivaio bianconero, lo spagnolo è grande protagonista della gara, con un'altra grande conclusione salvata in tuffo dal portiere avversario e un palo colpito su punizione. Il suo gol del 2-0 – l’ottavo in campionato - lo realizza di testa, su cross di Zottino. 

      In conclusione, le nostre congratulazioni a Simone Russini che mercoledì scorso ha messo a segno il suo primo gol tra i professionisti con la maglia della Paganese,  nel 4-0 con il quale la formazione di Lega Pro Girone C ha regolato l'Ischia. Cresciuto nel vivaio della Ternana, con con cui ha giocato durante la prima parte di questa stagione in Primavera (due reti), il trequartista classe '96 sta trovando ora spazio e continuità tra le fila della squadra campana. 

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK