Juventus
    Juventus
      03.07.2015 10:16 - in: Fan S

      @Juventusfc Twitter Top 10: 2014/15

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2

      Dopo aver ripercorso in lungo ed in largo la stagione appena conclusa su Juventus.com, per tutto il mese di giugno, ci è venuta la curiosità di scoprire quali tweet del nostro profilo ufficiale @juventusfc siano stati i più condivisi ed apprezzati dalla community di tifosi bianconeri. 

      Il risultato racconta, a suo modo, come abbiate vissuto i momenti più topici di questa annata straordinaria. Perchè oltre all'urlo di gioia nelle piazze, alla standing ovation dello Stadium, ai silenzi carichi di tensione in casa, mentre guardate la televisione in assetto partita, c'è tutta una parte di tifo - vera, spontanea, emozionale - che avviene sempre più sui social network. 

      Un luogo dove, anche quest'anno, ci avete regalato soddisfazioni paragonabili solo a quelle che la squadra ha fatto vivere a ciascuno di noi. 

      1

      Il giorno dopo la nostra vittoria sull'Inter, a Scudetto già in tasca, anche il Barcellona si laurea Campione di Spagna. Il nostro tweet di felicitaciones, o felicitacions alla catalana, è stato il cinguettio più condiviso dell'anno per quanto riguarda l'account @juventusfc (ormai prossimo ai 2M di follower). 

      I RT sono arrivati non solo dai tifosi bianconeri ma, verosimilmente, anche da quelli blaugrana e da tutti gli amanti del calcio in attesa di una finale di Champions League che si annunciava sicuramente emozionante. 

      2

      Non poteva che essere questo il tweet che ha guadagnato la seconda piazza di questa particolare classifica. Uno dei momenti più esaltanti della stagione: avevamo appena superato nell'arco della doppia sfida i Campioni d'Europa in carica. Il Real Madrid del sig. Cristiano Ronaldo. L'impresa era compiuta, il sogno bianconero di raggiungere la finale di Champions si era fatto realtà. 

      3

      Il 5 maggio per ogni buon juventino evoca solamente dolci ricordi. Due scudetti, dolcissimi (quello del 2002 e del 2013) e da quest'anno anche una vittoria sul Real Madrid. In casa. Una vittoria pazzesca.

      Il gradino più basso del podio è tutto per questo cinguettio, fatto partire dopo il fischio finale dell'inglese Atkinson. Due a uno, un ottimo biglietto da visita per il Santiago Bernabeu. 

      4

      Dopo questo messaggio di congratulazioni del club catalano giunto a ridosso della vittoria bianconera al Bernabeu, non potevamo che ricambiare la cortesia. 

      Il botta e risposta tra noi e il Barcellona ha raccolto più di 11.000 RT nel complesso, piazzandosi al quarto posto di questa graduatoria. 

      5

      Punteggio inchiodato sull'1-1. 
      Entra Matri. 
      Tevez prova una conclusione. Ribattuta. Il Mistra è lì appostato, e fa partire il piattone. 
      E' gol. 
      Dopo vent'anni, la Decima è nostra! 

      6

      Dopo questo gol, abbiamo vissuto alcuni dei momenti più palpitanti - sportivamente parlando - della nostra vita. 

      "A testa alta, Alvaro: ci hai fatto sognare con i tuoi gol. Siamo tutti #ProudOfJu", come scrivevamo il giorno dopo la finale dell'Olympiastadion. 

      7

      Ci sono poche certezze nella vita. La Juventus è una di queste.

      Passano le stagioni, gli uomini e gli abiti nel guardaroba della Signora, ma questa riesce sempre ad essere splendida, ad ogni occasione. La più splendida di tutte. Gli anni portano nuove sfide, ma anche la certezza – una delle poche, nella vita – che la Juventus saprà esserne all’altezza, e stupire.

      Lo ha fatto anche quest’anno, conquistando uno straordinario quarto scudetto consecutivo, il trentatreesimo della sua storia gloriosa.  Ha cambiato pelle, filosofia di gioco ma non certo sostanza. E la sostanza, quando porti sul cuore i colori bianconeri, è una sola.

      E così via.... 

      8

      C’è l’atmosfera delle grandi occasioni allo Juventus Stadium, e come potrebbe essere altrimenti. È uno scontro fra due squadre che hanno fatto la storia del calcio, è il ritorno ad altissimi livelli della Juventus, è la ricerca di conferme per il Real campione in carica. Insomma, una partita che lascia presagire grandissime emozioni.

      E chi si aspetta di divertirsi non viene deluso: all’ottavo minuto Tevez, che entra in area da destra, scarica un rasoterra che Casillas riesce solo a respingere. Sul pallone si avventa Morata che fa impazzire il popolo bianconero. Uno a zero.

      La partita comunque si mantiene equilibrata. La Juve gioca con un’intensità pazzesca, ma non si può mollare nemmeno un secondo, quando davanti hai campioni del calibro di Benzema o Cristiano Ronaldo. Non a caso è proprio Cr7 al minuto 27, colpendo di testa da pochi metri dalla linea di porta, a conclusione di una splendida azione, tutta di prima, dei blancos. Madrileni che poi sfiorano il vantaggio, alcuni minuti dopo, con una traversa incredibile centrata da pochi metri dalla porta da James Rodriguez. 

      E dopo meno di un quarto d’ora del secondo tempo, fa tutto Carlitos. Spaventoso coast to coast in contropiede, che costringe Carvajal a stenderlo in area: calcio di rigore, che lo stesso Apache si incarica di battere. E segnare. È il gol decisivo, quello che chiude il match di andata. Juve batte Real Madrid 2-1.

      Il suo colpo di testa è sfiorato con il piede per pochi millimetri da Sturaro in opposizione. Sono quei millimetri che fanno la differenza fra il gol degli spagnoli, che indirizzerebbe la partita in un certo modo, e quella che sarà la storia reale di Juve-Real, all’andata e al ritorno. Ed è sul punteggio di 1-1 che si conclude la prima frazione di gioco.

      9

      La Juve impatta al Bernabeu e, dopo 12 anni, può pronunciare quelle parole magnifiche, che fanno venire la pelle d’oca al solo ripeterle: Siamo in finale di Champions League. 

      10

      Il 30 maggio 2015 il Barcellona vince anche la Copa del Rey. Questo significa una cosa sola: a Berlino entrambe le squadre si giocheranno il Treble, la tripletta. 

      Immancabile il nostro messaggio di congratulazioni dopo il successo dei catalani sull'Athetic Bilbao. 

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK