Juventus
    Juventus
      26.09.2015 22:51 - in: Match Report S

      Al San Paolo non basta Lemina

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Il Napoli si impone 2-1 con le reti di Insigne e Higuain e a nulla valgono gli sforzi dei bianconeri di agguantare il pareggio dopo la rete del francese che riapre la gara

      Una partita che molto prometteva all'inizio, regala decisamente meno spettacolo del previsto, ma soprattutto riserva un'altra delusione alla Juve. I bianconeri vanno sotto nel primo tempo, subiscono il raddoppio nella ripresa ma si rimettono immediatamente in carreggiata, portando l'inerzia della gara dalla propria parte. A quel punto però, quando sarebbe servita la zampata decisiva, manca la cattiveria necessaria a riagguantare il risultato e alla fine è il Napoli a sorridere.

      E dire che l'avvio è spumeggiante anche per gli uomini di Allegri, che giocano in velocità, cercano la verticalizzazione e si muovono bene in difesa, tanto che per oltre dieci minuti l'unica conclusione in porta è il destro di Hamsik, bloccato in due tempi da Buffon. Più complicato l'intervento di Reina sul rasoterra di Zaza, liberato in area dal suggerimento di Dybala.

      Le squadre si fanno più accorte con il passare dei minuti e gli spazi diminuiscono, anche se basta una giocata per liberarsi al tiro. La inventano Insigne e Higuain, con un triangolo che manda il fantasista napoletano al tiro dal limite: il rasoterra non sembra irresistibile, ma è angolato quanto basta perché Buffon non possa arrivarci.

      Dopo il gol del Napoli, la gara sembra addormentarsi e la sveglia suona solo nei minuti finali del primo tempo: prima un traversone di Ghoulam costringe Buffon all'uscita bassa e Callejon, che si ritrova il pallone sui piedi, spedisce a lato. Poi è Reina a dover intervenire per fermare Zaza, che prova ad approfittare di un retropassaggio avventato. Quindi Mertens cerca di piazzare il pallone, senza centrare la porta.

      Serve un cambio di ritmo, ma la Juve fatica ad accelerare e vive piuttosto di guizzi, come quello di Dybala, che si libera al tiro con un sombrero e prova il sinistro dal limite, non trovando la porta, ma solo una deviazione in angolo. È più pericoloso Higuain dalla parte opposta: prima spara un destro potente, respinto con i pugni da Buffon, poi approfitta di un passaggio errato di Hernanes, parte in velocità e supera Buffon con un sinistro rasoterra.

      Partita chiusa? Neanche per idea: passa un minuto ed ecco partire dalla sinistra il cross di Dybala, che attraversa tutta l'area e arriva a Lemina, il cui destro fulmina Reina. Ancor prima che riprenda il gioco Allegri cambia, inserendo Cuadrado al posto di Hernanes e la partita ora è ben più vivace, anche perché le squadre sono più lunghe e gli spazi aumentano. Buffon devia un tentativo di Ghoulam, mentre Reina blocca il sinistro di Pogba. A venti minuti dal termine Dybala lascia il posto a Morata, che sfiora subito il palo con un destro da fuori area.

      La Juve ora è più pimpante, mentre il Napoli sembra stanco e i bianconeri alzano il baricentro, occupando stabilmente la metà campo avversaria. L'attenzione con cui i padroni di casa difendono però, spegne sul nascere ogni iniziativa. Negli ultimi minuti Allegri tenta il tutto per tutto, mandando in campo Alex Sandro al posto di Padoin, ma non c'è niente da fare: Reina rimane inoperoso e il punteggio resta inchiodato sul 2-1. Per la Juve è la terza sconfitta in sei gare di campionato e mercoledì ci sarà il Siviglia da affrontare. Dovrà essere la Champions a dare la scossa.

      NAPOLI-JUVENTUS 2-1

      RETI: Insigne 26' pt, Higuain 17' st, Lemina 18' st

      NAPOLI
      Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik (35' st David Lopez); Callejon, Higuain (39' st Gabbiadini), Insigne (39' pt Mertens).
      A disposizione: Rafael, Gabriel, Strinic, Henrique, Chiriches, Maggio, Chalobah, Valdifiori, El Kaddouri.
      Allenatore: Sarri

      JUVENTUS
      Buffon; Padoin (44' st Alex Sandro), Bonucci, Chiellini, Evra; Lemina, Hernanes (19' st Cuadrado), Pogba; Pereyra; Dybala (26' st Morata), Zaza.
      A disposizione: Neto, Audero, Rugani, Barzagli, Sturaro, Asamoah.
      Allenatore: Allegri

      ARBITRO: Orsato
      ASSISTENTI: Giallatini, Passeri
      QUARTO UFFICIALE: De Luca
      ARBITRI D'AREA: Rizzoli, Pinzani

      AMMONITI: 5' st Ghoulam, 6' st Bonucci, 8' st Evra, 10' Callejon, 42' st Padoin, 48' st Morata

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK