Juventus
    Juventus
      24.08.2015 16:53 - in: Eventi S

      Alex Sandro: «Sono qui per dare il 100%»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Determinazione, voglia di giocare e di vincere. Le emozioni del difensore bianconero, che oggi si è presentato ai media

      «Un sogno». Non usa mezzi termini Alex Sandro, durante la presentazione ufficiale alla stampa, per definire la sua nuova avventura alla Juventus. È una due giorni intensa per il difensore, che oggi dopo la conferenza stampa ha visitato il JMuseum e salutato i tifosi al JStore; ieri, invece, aveva avuto modo di vivere da vicino l’atmosfera dello Stadium: «Una sensazione fantastica, che qualsiasi giocatore dovrebbe provare».

      Archiviata la prima di campionato, è già tempo di pensare alla Roma e Alex Sandro, sebbene sia appena arrivato, è già a disposizione: «La  mia caratteristica principale è la voglia di dare sempre il 100%, sia che si pratichi la fase difensiva che quella offensiva. Non vedo l’ora di dimostrare le mie qualità in campo, la partita con la Roma non sarà facile ma sono pronto per giocare e la mia fiducia cresce giorno dopo giorno».

      Per vedere la conferenza integrale basta semplicemente registrarsi al sito attraverso l'apposito pulsante che trovate in alto a destra - oppure, qualora l'abbiate già fatto, procedere al login e, successivamente, cliccare qui

      Non è stato difficile scegliere la Juve per il difensore: «Essere qui è la realizzazione di un sogno: ho sempre seguito la Juve, dai tempi di Del Piero e Trezeguet e quando la mia squadra è uscita dalla scorsa Champions ho tifato per i bianconeri. Inoltre sento di avere fatto la scelta giusta per me e per il mio futuro venendo in Italia: un campionato tattico, difficile, che mi farà crescere molto».

      Alla Juventus, fra l’altro, milita uno dei giocatori che maggiormente ha ispirato Alex Sandro, Evra: «Lui e Roberto Carlos sono i calciatori che per me hanno rappresentato un modello da seguire». Ma, si diceva, è già tempo di pensare al presente: «Sto cominciando a capire come funzionano le metodologie di Allegri, abbiamo fatto una chiacchierata anche se non abbiamo parlato nello specifico di tattica».

      E infine la maglia: come mai la 12? 

      «Ho scelto questo numero insieme alla mia famiglia, ci sono affezionato e poi al Porto l'aveva il mio amico Hulk»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK