Juventus
    07.11.2015 14:01 - in: Serie A S

    Allegri: «Fondamentale vincere la seconda consecutiva»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Il mister bianconero ha analizzato in conferenza stampa lo stato di forma della squadra e ha ancora una volta ribadito la ricetta per crescere: «Continuità».

    L’imperativo è vincere, al Castellani. Casomai fosse necessario ribadirlo, ci ha pensato Mister Allegri nella sala stampa del Media Center di Vinovo: «Il match di domani è molto importante, come d’altronde ogni partita in campionato, perché dobbiamo risalire in classifica. E per farlo, serve continuità». Una continuità che per il  tecnico toscano parte da un primo passo, importante: «Non abbiamo ancora vinto due partite di fila, è fondamentale cominciare a farlo».

    Un obiettivo, quello di portare a casa i tre punti, che inevitabilmente deve fare i conti con il buono stato di forma degli avversari: «L’Empoli pratica un bel calcio, giocare al  Castellani non è mai facile. Lo scorso anno vincemmo un match complicato sia all’andata che al ritorno. Inoltre, la giornata sarà piuttosto calda e dovremo fare i conti con il fatto che martedì in Germania abbiamo speso molto».

    Tante le domande sui singoli, alle quali Allegri non si sottrae. «Intanto, domani sono tutti a disposizione tranne Asamoah e Pereyra. Khedira è con noi, Lichtsteiner ha recuperato, perché in Germania si è stancato molto». Ottime parole per Paulo Dybala, da parte del Mister: «Il ragazzo è cresciuto molto, tecnicamente e soprattutto fisicamente. Inoltre si applica, ha voglia di imparare, all’inizio faceva fatica ma adesso è migliorato davvero tanto». Sul compagno d’attacco Mandzukic: «Da lui pretendo molto, per doti tecniche e fisiche, oltre che per caratura internazionale. Ha già fatto vedere di cosa è capace da inizio stagione, deve semplicemente tornare a fare quello che sa».

    Contro il Toro è stato decisivo l’assist di Alex Sandro, fondamentale in proiezione offensiva: «È un giocatore molto duttile tatticamente, può fare la differenza in attacco e ha anche giocato da mezz’ala sinistra. Il suo ruolo naturale, però, è lo stesso di Evra: il terzino».

    Infine su Rugani, l’ex di domani pomeriggio: «Deve solo avere pazienza: non dobbiamo dimenticare che nel reparto abbiamo quattro giocatori fra i più forti d’Europa, cioè Chiellini, Barzagli, Bonucci e Caceres. Detto questo, lui deve continuare ad allenarsi come ha fatto finora, è il futuro della Juventus».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK