Juventus
    Juventus
      14.09.2015 20:29 - in: Champions League S

      Allegri: «Intensità, coraggio, tecnica»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      «Contro il City serve una grande prestazione per aumentare l’autostima»

      «Intensità, coraggio, tecnica». È quanto chiede Massimiliano Allegri ai suoi uomini per la sfida di Champions contro il City,« una delle favorite alla vittoria finale - sottolinea il tecnico durante la conferenza stampa tenuta alla vigilia della sfida -  Quella di domani sarà la prima delle sei partite del girone e il nostro obiettivo è passare il turno. Serve una grande prestazione per aumentare l’autostima, che in questo momento, mancando i risultati, viene meno. Dobbiamo invertire la tendenza. Nelle prime tre giornate di campionato la squadra ha dato tutto, ci sono mancati i gol e siamo stati un po’ sfortunati, ma in questo momento dobbiamo essere concentrati, sapendo che un risultato positivo farebbe vedere le cose in tutt’altro modo». 

      Dovremo giocare con attenzione, sapendo di avere difronte una delle squadre più forti d’Europa – continua  Allegri - Ma avremo la possibilità di trovare spazi e giocare, perché le partite in Europa sono diverse dal campionato italiano. La nostra squadra va scoperta solo giocando, perché ancora non sappiamo dove potrà arrivare. Ora l’unica cosa è lavorare e cercare di fare i risultati, perché tutto dipende da quelli». 

      La Juve dovrà fare a meno di Marchisio, ma le alternative non mancano: «Ho cinque centrocampisti a disposizione, vedremo se ne giocheranno tre o quattro, ma in ogni caso servirà personalità, gestione della palla e ritrovare il gusto a difendere in un certo modo. Nel calcio si parla molto della fase offensiva, ma le partite sono belle anche quando difendi bene e non concedi nulla alla squadra avversaria. E quando trovi solidità difensiva riesci anche ad attaccare meglio». 

      Intensità dunque, attenzione, ma anche qualità. Son questi gli ingredienti per confermarsi in Champions: «Lo scorso anno siamo arrivati in finale meritatamente giocando alla pari con Real e Barcellona e dominando altre partite e credo che i ragazzi giocassero un calcio europeo – conclude il tecnico - Basarsi solo sul campionato italiano per la Juve sarebbe riduttivo. Dobbiamo avere l’ambizione di stare tra le prime otto d’Europa, ma per farlo si deve giocare bene». 

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK