Juventus
    22.09.2015 12:46 - in: Serie A S

    Allegri: «Risalire, con costanza»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    La ricetta del tecnico: migliorare la padronanza del gioco, crescere un passo alla volta. E, soprattutto, continuare a vincere.

    Arrivata la prima vittoria in campionato, l’obiettivo è adesso quello di proseguire fra le mura amiche, per continuare a muovere la classifica. Questo è l’obiettivo del match di domani contro il Frosinone, come conferma Mister Allegri in conferenza stampa pre partita a Vinovo.

    «Dobbiamo ricominciare a vincere in casa e continuare a scalare posizioni – le parole del tecnico – Il campionato è lungo, ma intanto dobbiamo tornare nella parte sinistra della classifica e piano piano risalire». Per descrivere la situazione Allegri mutua un termine tecnico dall’ippica: «Questo è un campionato diverso, dobbiamo “seguire l’andatura” e procedere con costanza, per arrivare a marzo in corsa su tutti i fronti, perché la stagione si decide nelle ultime partite».

    La Juve è attesa da un poker di impegni importanti, prima della pausa di inizio ottobre: prima il Frosinone, poi la trasferta a Napoli e le due partite in casa con Siviglia e Bologna. Per questo domani qualcuno rifiaterà: «Per esempio giocherà Neto in porta, poi probabilmente riposerà Caceres, che lo scorso anno ha giocato poco e adesso ha avuto un inizio di stagione molto faticoso, fra le partite con la Juve e quelle con la sua Nazionale. Quanto a Morata, non ha nulla di particolarmente serio: domani o al massimo sabato sarà a disposizione».

    Sono partite, quelle in arrivo, che da un lato possono rilanciare la Signora in campionato e dall’altro permettere di fare un importante passo in avanti in chiave europea: «A Manchester abbiamo messo un mattoncino, ma dobbiamo proseguire. Passare il turno di Champions League è il primo obiettivo della stagione – spiega il tecnico – L’Europa dà una visibilità importante».

    Tornando al campionato, l’analisi di Allegri è serena: «Abbiamo improntato l’avvio di stagione focalizzandoci sulla Supercoppa, che è un obiettivo raggiunto. Dopodiché, dopo l’inizio della stagione, abbiamo riordinato le idee e siamo ripartiti. Stiamo crescendo un passo alla volta: domenica a Genova non è stato per niente facile, abbiamo giocato un match molto fisico come storicamente accade contro le squadre di Gasperini. Per esempio, lo scorso anno, abbiamo perso».

    La ricetta per continuare a crescere? «Intanto recuperare gli infortunati, e poi crescere nella qualità del gioco, che paradossalmente è stata più alta nelle partite in casa, nelle quali abbiamo subito gol al primo tiro. Dobbiamo migliorare nel controllo della partita, anche perché solo con una buona padronanza possiamo competere con le grandi d’Europa. Inoltre dobbiamo imparare a fare buone prestazioni di squadra indipendentemente dai giocatori che scendono in campo».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK