Juventus
    24.11.2015 19:20 - in: Champions League S

    Allegri: «Vincere per qualificarci»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Il Mister suona la carica: «Non dobbiamo pensare a cosa faranno Siviglia e Borussia: domani conta soltanto la vittoria»

    È una partita molto importante, quella di domani sera. Una partita che potrebbe valere la qualificazione alla seconda fase di Champions League, e Mister Allegri lo sa  bene. «Domani dobbiamo vincere, perché vogliamo il primo posto e perché la vittoria è l’unico risultato che ci darebbe la certezza di passare il turno – così in conferenza stampa all’interno dello Juventus Stadium – Non dobbiamo pensare a che cosa faranno Siviglia e Borussia, conta solo la vittoria, contro una delle squadre più forti d’Europa».

    Come giocherà la Juventus? Mister Allegri non scioglie l’enigma:  «Domani, dopo l’ultimo allenamento, deciderò. Abbiamo due soluzioni, con difesa a tre oppure a quattro giocatori. Davanti abbiamo quattro giocatori disponibili, ne giocheranno due».

    Il momento dei bianconeri: «Stiamo meglio fisicamente rispetto all’inizio della stagione. Poi ovviamente tre vittorie consecutive fanno bene, e infine dobbiamo considerare che i giocatori nuovi si stanno cominciando a inserire nel modo migliore, come testimonia la crescita del loro rendimento. All’inizio un assestamento era normale, perdere punti per strada ci poteva stare». E poi aggiunge: «Anche io sono stato sorpreso dai pochi punti che abbiamo fatto in campionato, ma nulla è scontato. Ogni volta che si riparte da capo bisogna sudarsi le vittorie sul campo».

    È andata diversamente in  Champions League, competizione nella quale la Juve sta compiendo un buon percorso: «Abbiamo fatto bene finora, ma nello stesso tempo non abbiamo fatto nulla. Abbiamo davanti due scontri diretti, a partire da domani. Avremo bisogno, contro il City, dell’aiuto del nostro pubblico, e i tifosi di certo lo capiranno».

    Alcune domande, come sempre, si focalizzano sui singoli, in particolare in questo caso Pogba, Dybala e Mandzukic. Questa la risposta del mister sulla Joya: «Paulo va lasciato crescere in pace: occorre far si che continui a giocare con la massima serenità, senza addossargli le responsabilità della Juventus». Quanto a Pogba, «Ha grandi margini di crescita e tempo per migliorare, continuando a mettersi in discussione partita dopo partita». «I gol di Mario sono pesanti, questo significa che è un giocatore importante – così il Mister su Mandzukic – durante la stagione avremo bisogno di tutti».

    E infine un’ultima disamina tecnica: a partire da domani, secondo Allegri la Juve deve «Migliorare ancora nel capire la partita. Non dobbiamo per esempio esporci con giocate forzate al contropiede di chi ci attende. Dobbiamo imparare  ad accelerare e variare il ritmo nel momento giusto».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK