Juventus
    Juventus
      06.07.2015 17:30 - in: Comunicati Ufficiali S

      Allegri, rinnovo

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Il tecnico prolunga il rapporto con la società fino al 30 giugno 2017

      Il 16 luglio 2014 Massimiliano Allegri diventava l'allenatore della Juventus. Il 16 luglio 2015 inizierà la sua seconda stagione alla guida dei bianconeri. Si presenterà all'inizio dei lavori con la stessa voglia di vincere, ma avrà più, rispetto ad un anno fa, uno scudetto, la decima Coppa Italia della storia del club, una finale di Champions raggiunta, la gratitudine infinita dei tifosi per la cavalcata trionfale e la rinnovata fiducia della società, con cui ha prolungato il suo rapporto fino al 30 giugno 2017.

      Un rinnovo meritatissimo, perché i meriti di Allegri nella straordinaria annata vissuta dai bianconeri sono molti ed evidenti: il tecnico ha saputo prendere in mano una squadra già fortissima e renderla ancor più letale e consapevole della propria forza, regalandole anche in Europa quell'autorevolezza che aveva già acquisito in Italia. Ha introdotto la sua visione di calcio poco per volta, adattandola ai suoi giocatori e insegnando loro a cambiare atteggiamento a gara in corso. 

      Allegri è la nostra guida, ha condotto una stagione straordinaria, plasmando la squadra, facendole fare un salto di qualità 

      Andrea Agnelli 06/07/2015

      Finora ha guidato i bianconeri 57 volte e per 37 è uscito dal campo da vincitore, grazie a 104 gol segnati, contro i soli 40 subiti. Ma «questa squadra può e deve migliorare»: è il suo mantra, ripetuto durante la passata stagione quasi allo sfinimento. E la sua Juve è migliorata. Nella tecnica, tasto su cui Allegri ha sempre battuto. E nella gestione delle partite, affrontate con una nuova maturità, continuando a schiacciare gli avversari, ma sapendo anche come limitarne le ambizioni, con una sicurezza che poche squadre al mondo possono vantare.

      Alla base di tutto c'è la professionalità del tecnico e del suo staff, la capacità di infondere ai giocatori nuovi stimoli, la profonda conoscenza del calcio, l'abilità nel gestire il gruppo, la pianificazione del lavoro, la determinazione nel perseguire gli obiettivi.

      In una parola, c'è il talento. Quello che Allegri metterà ancora al servizio della Juve, per andare insieme a caccia di nuovi trionfi.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK