Juventus
    03.12.2015 16:30 - in: Serie A S

    Pioli: «Dovremo essere compatti»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Il tecnico biancoceleste esorta i suoi a tirare su la testa in quanto, nella rincorsa all'Europa, 'non si può più sbagliare'

    Anche il tecnico avversario Pioli, giocatore bianconero dal 1984 al 1987 e reduce da tre pareggi e otto sconfitte contro la Juventus,  è intervenuto quest’oggi in conferenza stampa per parlare dell’anticipo di campionato dell’Olimpico. Ecco, punto per punto, tutte le sue riposte ai diversi argomenti trattati con i giornalisti.

    IL MOMENTO DI FORMA
    «E' innegabile che sia particolare. L'avversario non conta, non possiamo perdere tempo e fare risultato. Servirà una grande prestazione. Dovremo credere di avere le qualità di giocarci la partita, dobbiamo crederci. Stiamo cercando di approcciare bene le gare. Stiamo però subendo troppi torti arbitrali». 

    I PROBLEMI BIANCOCELESTI
    «
    Dal punto di vista mentale abbiamo vissuto momenti migliori. Noi però dobbiamo continuare a dare più soluzioni al compagno in possesso di palla, non possiamo permetterci di sbagliare»

    LE MOTIVAZIONI
    «Ci sono e vengono dalla classifica. Vogliamo uscire da questa situazione, del passato non mi importa, ci serve un risultato positivo»

    LE DIFFERENZE CON L’ANNO SCORSO
    «Qualcosa non ha funzionato, soprattutto ci è mancata la continuità e di conseguenza la fiducia. Abbiamo responsabilità, ma aspettiamo a fare analisi definitive anche perché abbiamo avuto molti infortuni. Ci sono possibilità che la stagione possa girare e andare nel verso giusto». 

    IL MERCATO
    «
    La società sarà pronta per intervenire, ma ora dobbiamo risolvere i problemi col lavoro». 

    SULL’INFORTUNIO OCCORSO A LULIC
    «Era sereno, ma arrabbiato. E' stata una situazione che non si è mai vista, gli ho fatto il mio in bocca al lupo e spero di riaverlo presto a disposizione". 

    LA DIFESA
    «Domani dovremo essere compatti al di là degli schemi. Dovremo essere puliti e sbagliare pochissimo dal punto di vista tecnico». 

    KLOSE  E IL MODO DI ATTACCARE
    «
    Ha un'intelligenza calcistica fuori dalla media. Può giocare alto o vicino ad un altro attaccante. Dipenderà tutto dalle scelte e dal tipo di gara che faremo. Dobbiamo portare più giocatori in area di rigore. Per me dobbiamo ripartire dal secondo tempo di Empoli»

    GLI OBIETTIVI
    «
    L'obiettivo è quello di giocare l'Europa anche il prossimo anno. Tempo però ce n'è poco, quindi dobbiamo trovare i risultati». 

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK