Juventus
    Juventus
      30.09.2015 23:51 - in: Champions League S

      Cuadrado, calcio a ritmo di salsa

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Il colombiano spiega come Allegri gli abbia chiesto di giocare in maniera più semplice: dai consigli del mister nascono grandi prestazioni come quelle di stasera. Quando, con la sua classe, a volte sembrava proprio danzasse sul pallone, su quella fascia

      Svelato il mistero. La danza con la quale lui e Pogba hanno esultato dopo il gol di Genova del francese si chiama Ras Tas Tas, ed è una salsa colombiana.

      «E’ una salsa molto allegra, con Paul a volte ci mettiamo a ballare», ha spiegato l’esterno destro bianconero ai microfoni di Mediaset Premium dopo una grandiosa Juve-Siviglia (2-0). «Speriamo di continuare così: il calcio è anche allegria, e lo si deve far vedere anche in campo».

      E’ questa la filosofia con la quale il talento colombiano affronta la vita e il gioco del calcio. E con la quale ha affrontato – alla grande – anche la partita di stasera, quando la sua agilità e la sua solare imprevedibilità sono stati spina del fianco costante per gli uomini di Emery.

      «Sono contento per la grande partita fatta oggi, è stata una gara giocata di squadra. Quando giochiamo così, è davvero difficile per i nostri avversari», ha spiegato nel corso della sua intervista a fine gara, dando la sua versione sulla differenza di risultati in Italia ed Europa di questo avvio di stagione.

      «In campionato magari nelle ultime partite abbiamo avuto un po’di sfortuna: creiamo tantissime occasioni – anche grazie a lui, n.d.r. – ma non concludiamo. Pensiamo alla prossima partita, che per noi sarà importante»

      E se poco prima Allegri aveva spiegato [LINK] come il colombiano avesse fatto la differenza spiazzando i difensori con le giocate di prima, ecco che dal diretto interessato è arrivata la conferma di questa sua evoluzione tattica in bianconero.

      «Il mister ha insistito molto su questo, a volte voglio andare sul dribbling e non vedo nessun compagno: quando sono sulla linea di fondo vedo che se c’è la possibilità di fare uno contro uno, cerco di sfruttare le mie caratteristiche. Allegri mi dice sempre di giocare il più semplice possibile: sono contento perché ho dato il mio contributo alla squadra, che ha giocato bene».

      Eccome.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK