Juventus
    Juventus
      18.11.2015 12:30 - in: Serie A S

      Dieci capitoli di Juve-Milan

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Una storia di grandi partite, grandi gol, momenti da leggenda… questo è il match che sabato va in scena allo Juventus Stadium. Ecco alcuni fra i capitoli più belli.

      È la sfida fra due delle squadre più nobili del calcio italiano. È un’epopea che si rinnova ogni volta, fin dal 1929 (anno della “prima volta” in Serie A).

      Basta la parola: è Juve-Milan. La storia delle sfide fra la Signora e il Diavolo a Torino racconta di 80 partite disputate in Serie A, quasi la metà delle quali vinte dalla Juve (per l’esattezza, 38). I pareggi sono 21, le reti dei bianconeri, in tutto, 127. E allora ecco qualche capitolo di questo grande libro.

      Capitolo 1: Tutto inizia così

      Orsi in azione

      8 dicembre 1929: lo stadio di Corso Marsiglia ospita la “prima” in Serie A fra bianconeri e rossoneri. E sono gli ospiti a passare in vantaggio, con Tansini, ma poi la Juve si scatena: doppio Orsi, gol di Zanni e prima dell’ora di gioco il punteggio si fissa sul 3-1 che sarà il risultato finale.

      Capitolo 2: 1931-1934, la pioggia di gol

      2-0, 3-0, 4-0. È una serie di goleade quella che la Juve rifila al Milan fra il 1931 e il 1934, in tre sfide casalinghe consecutive. Orsi e Ferrari firmano il 2-0 dell’11 ottobre 1931, Sernagiotto e Borel II (doppietta) il 3-0 del 1933 mentre, nel 1934, sono ancora Borel II, Sernagiotto e Ferrari (due volte) a siglare un poker memorabile. La Juve del “Quinquennio d’oro” è praticamente irresistibile.

      Capitolo 3: La rovesciata di “Pietruzzu”

      Il 29 marzo 1970 al Comunale il Milan viene battuto con un sonoro 3-0, firmato nel primo tempo da Anastasi (doppietta) e da Leonardi. Ma oltre al risultato, ciò che passa alla storia è la prima rete dell’attaccante bianconero, questa pazzesca rovesciata:

      Capitolo 4: Laudrup e quel gol fondamentale…

      Corre l’anno 1986, siamo nel mese di Aprile. Quattordicesima giornata di campionato, la Juve ospita il Milan, la Roma con cui i bianconeri lottano per lo Scudetto ospita il Lecce. All’Olimpico succede l’incredibile e passano i salentini, a Torino bisogna aspettareil 62’ per il gol partita, che praticamente significa Scudetto, di Laudrup.

      Capitolo 5: 1990, un gustoso antipasto

      Tre a zero: questo il finale di Juve-Milan a Torino l’11 marzo del 1990. Segnano Schillaci e per due volte il portoghese Rui Barros. Ma a parte il risultato, questo Juve-Milan è da ricordare perché è l’antipasto di un’altra sfida, che si svolgerà da lì a poche settimane: poco più un mese dopo, a San Siro, la Signora batterà il Diavolo per 1-0 nella finale di Coppa Italia, grazie a un gol di Galia, portando a casa il trofeo.

      Capitolo 6: il poker del 1998

      Solo grandi firme nella vittoria della Juventus al Delle Alpi contro i rossoneri, nel 1998: due volte Del Piero, due volte Inzaghi, e per il Milan Boban. Sembra poco? Riguardiamoci i momenti più belli di questa partita.

      Capitolo 7: Sua Maestà Thuram

      È una grande Juve, quella che batte per 2-1 il Milan nell’ottobre 2002. Di Vaio prima, Thuram poi. Un gol speciale quello di Lilian. Perché è l’unico in maglia bianconera, e perché è davvero bello. Ve lo ricordate?

      Capitolo 8: quando la risolse “Brazzo”

      Una partita in altalena, quello Juventus-Milan del 12 aprile 2008 allo Stadio Olimpico di Torino. Avanti la Juve con Del Piero, dopo 12 minuti. Poi, in poco più di un quarto d’ora, fra il 14’ e il 31’ del primo tempo, una doppietta di Inzaghi sembra indirizzare il match dalla parte dei rossoneri. I quali, però, non hanno fatto i conti con “Brazzo” Salihamidzic. Una doppietta, al 45’ e a dieci minuti dal fischio finale. E il grande classico del calcio italiano va ai bianconeri

      Capitolo 9: la legge del Principino

      Un’intensità incredibile, un match giocato ai mille all’ora. Ma risolto solo verso la fine. La Juve, il 2 ottobre 2011 gioca in uno Stadium che è una vera e propria bolgia una partita nella quale per lunghi tratti mette il Milan in grande difficoltà, senza trovare la via del gol. Poi, in pochi istanti, accade tutto: prima uno scambio in velocità concluso con un pallone alle spalle del portiere Abbiati all’87’ minuto, poi un tiro al volo da fuori area sei minuti dopo. In entrambi i casi, l’autore è lui:

      Capitolo 10: l’ultima sfida

      Tevez. Bonucci. Morata. Pochi mesi fa, il 7 febbraio, il Milan capitola 3-1 allo Stadium. Uno stadium che, quella sera, si presenta in tutto il suo splendore.

      Questi dieci capitoli scelti da noi del grande libro di #JuveMilan. Ne avete qualcun altro da suggerire? Scriveteci su Twitter utilizzando l'hashtag del match. RT per i migliori!  

      La storia continua. Sabato sera.

      #FinoAllaFine.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK