Juventus
    29.11.2015 08:00 - in: Serie A S

    Dieci cose da sapere su Palermo-Juve

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Non potete arrivare alla partita di stasera senza conoscere queste poche, fondamentali statistiche
    1. Chi ha vinto di più al Barbera?

    Sono 52 i precedenti nella in Serie A tra queste due squadre: bianconeri in netto vantaggio con 31 vittorie a 10, mentre 11 sono i pareggi. La Juventus ha vinto tutte le ultime sei partite di Serie A giocate contro il Palermo, mantenendo sempre la propria porta inviolata.

    L’1-1 è il punteggio più frequente nei precedenti nella massima Serie tra le due squadre (sei volte), assieme alla vittoria bianconera per 2-1, tuttavia questa sfida non termina in parità dal settembre 2004 (ovvero da 17 incontri).

    La Juventus è, assieme alla Fiorentina, l’avversaria che ha ottenuto più successi in casa del Palermo in Serie A (12). Tuttavia, c’è un maggiore equilibrio nei nove confronti più recenti: dal 2005 infatti i siciliani hanno battuto quattro volte i bianconeri al Barbera, a fronte di cinque successi esterni della Vecchia Signora.

    2. Lo stato di forma rosanero
    Ballardini ha già allenato a Palermo nel 2008/9. L'ultima sua panchina è stata a Bologna

    Due settimane fa, dopo la vittoria sul Chievo per 1-0, Iachini è stato sollevato dall'incarico da Zamparini e al suo posto è arrivato Ballardini.  Con il nuovo tecnico i rosanero vogliono conquistare il secondo successo interno consecutivo, che non arriva in Serie A da febbraio.

    Il Palermo inoltre, fermo al 14° posto in classifica, non segna più di una rete in una partita da sei giornate, ma è riuscito comunque a conquistare otto punti in questo parziale (2V, 2N, 2P). 

    3. Punti di forza e di debolezza

    La difesa rosanero, nell'ultima partita schierata a quattro con gli interpreti (partendo da sinistra) Lazaar, Gonzalez, Goldaniga e Struna, è una delle meno solide del campionato quando si tratta di non concedere tiri agli avversari. Sono ben 203 le conclusioni subite dal Palermo, peggio dei rosanero solo Frosinone e Sampdoria. Diciassette i gol incassati, tuttavia, tanti quanti il Milan e appena due in più della Roma. 

    La statistica dice che, in attacco, i rosanero sono, dopo l’Atalanta, quelli che vanno al cross su azione più spesso in questo torneo (256). Il Palermo ha effettuato 32 colpi di testa verso la porta avversaria, producendo sei gol su giocata aerea – entrambi primati nell’attuale campionato. 

    D'altro canto, la maggioranza delle reti subite dai bianconeri sono arrivate da fuori area (sei su 11, quattro su azione, due su punizione) – record negativo condiviso con il Frosinone nell’attuale torneo. Questo vuol dire che l'area risulta abbastsanza blindata, una volta che i terminali offensivi vi entrano. 

    I nostri prossimi avversari, inoltre, hanno realizzato più della metà dei propri gol sugli sviluppi di una palla inattiva (sette su 13, cinque da corner, due da punizione indiretta). Attenzione massima, quindi, quando l'arbitro fischia un calcio d'angolo o una punizione per il Palermo. 

    4. Un primato non invidiabile

    Palermo (otto) e Juventus (sette) sono le due squadre che hanno colpito più legni finora. El Mudo ha da solo già colpito tre pali in questo torneo – nessuno ne ha presi di più.

    5. Il bomber casalingo

    Tre reti per Alberto Gilardino, nelle ultime quattro partite giocate al Barbera. La Juventus è, tra le avversarie affrontate almeno otto volte in Serie A, quella a cui però il 'Gila' ha segnato di meno: solo due gol in 23 sfide (con le maglie di Parma e Fiorentina) ed un solo successo (ottenuto ai tempi del Milan).

    6. La coppia si ritrova, con maglie diverse

    Quattro assist ed un gol per Franco Vazquez nelle prime otto giornate di campionato; nessuna partecipazione attiva a gol rosanero nelle successive cinque giocate. El Mudo ritroverà da avversario il gemello del gol, Paulo Dybala, grande ex di questa sfida: a Palermo in tre stagioni ha totalizzato 89 presenze e 21 gol (16 reti in 61 partite di Serie A).

    I due insieme lo scorso anno hanno partecipato attivamente, tramite gol o assist, a 36 dei 53 gol del Palermo in campionato: il 68% del totale.

    Il 47% delle reti bianconere (otto su 17) in campionato portano la firma – tramite gol (sei) o assist (due) – della Joya; al termine della passata stagione aveva determinato il 43% dei gol totali del Palermo (23 su 53).

    7. Vazquez vs Pogba

    Paul Pogba è, dopo Insigne ed Higuain, il giocatore che va più spesso al tiro nella massima serie (38, respinti esclusi). Dall'altra parte, tra chi ha segnato almeno un gol, Franco Vazquez è attualmente quello con la peggiore percentuale realizzativa del campionato (3.9%), seguono Hamsik (4.4%) e il nostro centrocampista francese (5.3%).

    El Mudo (51) e Paul (38) sono anche i due giocatori che hanno completato più dribbling finora in questa Serie A. Per fermare il fantasista rosanero, le squadre avversarie ricorrono spesso alle maniere cattive: 66 i falli subiti in questa Serie A da Franco Vazquez, almeno 19 in più di chiunque tra i maggiori cinque campionati europei (il secondo nella statistica è Neymar con 47).

    8. Bomber bianconeri contro il Palermo

    Due reti per Claudio Marchisio in 11 sfide al Palermo: solo ad Inter, Torino e Udinese ha segnato di più in Serie A (tre). Alvaro Morata, che ha deciso la gara del Barbera lo scorso marzo, non segna in campionato da sei partite: è il suo digiuno più lungo da febbraio.

    Juan Cuadrado si è invece sbloccato nel derby contro il Torino; in precedenza la sua ultima rete in Serie A era stata in Fiorentina-Palermo 4-3 del gennaio 2015. Leonardo Bonucci, infine, ha realizzato l’unico gol in trasferta dei suoi sette totali con la maglia della Juventus proprio al Barbera di Palermo nell’aprile 2012. Un gol che, ricorderete, è valso il sorpasso sul Milan nella corsa al titolo. 

    9. La sfida in panchina

    Davide Ballardini domenica scorsa ha fatto il suo ritorno alla guida del Palermo, già allenato nella stagione 2008/09 conclusa con 57 punti, il terzo miglior risultato di sempre della storia rosanera in Serie A. In quella stagione, Ballardini guidò al successo i siciliani a Torino contro la Juventus (2-1): in generale rimane l’unica vittoria del tecnico in 10 sfide ai bianconeri nella massima serie (4N, 5P).

    Nel maggio 2009, l’attuale tecnico rosanero riuscì a battere con un 5-1 casalingo anche Massimiliano Allegri, al tempo alla guida del Cagliari. E’ l’unica sconfitta rimediata da Allegri in sette precedenti con Ballardini (5V, 1N). Lo scorso marzo, il nostro allenatore ha ottenuto il suo secondo successo nella massima Serie su sei incontri in casa del Palermo; in precedenza c’era riuscito solo con il Milan (4-0 nel marzo 2012).

    10. Le quote bwin

    Il Palermo del tecnico Ballardini è reduce dal pareggio dell’Olimpico con la Lazio e, davanti al proprio pubblico in questa stagione, ha agguantato 2 sole affermazioni in 7 gare. Analizziamo le quote della partita: su bwin.it il segno 1 dei rosanero si gioca a 5.75, la X a 3.90, il 2 dei bianconeri a 1.62. Il risultato più frequente nei duelli al Barbera è lo 0-1, che è quotato a 5.75, di seguito altre proposte: 0-2 a 6.50, 1-1 a 7.00, 0-0 a 7.55. Per tutte le altre tipologie di scommessa clicca qui.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK