Juventus
    Juventus
      05.12.2015 00:10 - in: Serie A S

      L’analisi di Dybala

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      L’uomo della partita racconta la sua posizione in campo e la sua voglia di continuare a crescere

      Un autogol propiziato, una seconda rete segnata con una prodezza balistica: ce ne sarebbe abbastanza per essere soddisfatti, ma Paulo Dybala non intende fermarsi. «Con l’aiuto e la fiducia di tutti continuo a cercare di migliorare, ascolto le critiche, che mi aiutano tanto, cerco di non vivere con eccessiva pressione il giocare nella Juve, sono contento di fare bene ma voglio crescere ancora».

      Si diceva della prodezza in campo. Così la  Joya: «Dopo lo stop mi sono trovato la palla in buona posizione per calciare e non ci ho pensato due volte». Il risultato lo avete visto tutti.

      Cosa è cambiato dal suo arrivo in bianconero? «Quando ho cominciato a  giocare alla Juve ero una prima punta, come nel Palermo. Poi Mister Allegri mi ha chiesto di giocare più indietro, per fare da raccordo con il centrocampo e per portare di più la palla. Inoltre, davanti ho la fortuna di giocare con Mandzukic, che tiene il pallone, si porta via i due centrali e mi procura spazi per andare in porta. Adesso devo ancora capire bene alcuni movimenti e i palloni che gli piacciono maggiormente, per dargli più assist».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK