Juventus
    25.07.2015 08:30 - in: Amichevoli S

    Quando la Juventus sfida squadre tedesche d’estate

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    In molte occasioni abbiamo incontrato formazioni di Germania nel corso del periodo di precampionato. Ecco come sono andati i confronti dal dopoguerra ad ora

    Cinquantatre partite: 26 vittorie, 10 pareggi e 17 sconfitte, segnando 78 gol e subendone 62. 

    Il nostro bilancio contro squadre tedesche in competizioni ufficiali è sostanzialmente positivo, merito di 13 vittorie su 29 incontri in Coppa Campioni/Champions League ma soprattutto di 12 successi a fronte di appena 2 sconfitte in Coppa UEFA (su un totale di 18 match). 

    Ma domani, come sapete, contro il Borussia Dortmund si scende in campo senza che ci sia nulla in palio se non una prima verifica dello stato della preparazione precampionato. 

    Ricordate come andò l'ultima volta che incrociammo una squadra proveniente dalla Germania d'estate? Un ragazzo nella nostra attuale rosa lo rammenta sicuramente.... 

    Regalo di compleanno bianconero per Rugani

    Si tratta proprio di Daniele, che il 28 luglio 2012 era in campo con la Prima Squadra alla vigilia del suo 18esimo compleanno nella partita contro l'Hertha Berlino, giocata in occasione dei 120 anni del club. 

    La stagione 2012/13, come sapete, ebbe inizio con l'1-7 rifilato all'Aygreville e le classiche partite contro Inter (0-1) e Milan (1-0) al Trofeo TIM. Quindi, in quello stesso Olympiastadion in cui si è giocata oltre un mese fa la finale di Champions, la Juve fu ospite della squadra della capitale per festeggiarne l'anniversario.

    Un compleanno parzialmente 'rovinato' dalla vittoria bianconera, tuttavia, che si impose grazie alle reti di Matri, lanciato a rete da Vidal, e Krasic, entrato al 62’ al posto di Quagliarella, in gol con un gran tiro da fuori.

    Tra i pali Storari, con la fascia di capitano, Lucio, Masi, Lichtsteiner e De Ceglie in difesa; Vidal, Marrone, Padoin e Asamoah al centro; Mitra-Matri e Quagliarella in attacco. Durante la gara trovarono spazio le conoscenze #TalentTrack Untersee (al posto dell'infortunato De Ceglie) e Appelt Pires, subentrato ad Asa, ma soprattutto Rugani, che scese in campo prendendo il posto di Masi. 

    Le sfide con l'Amburgo

    18 luglio 2010: la Juventus resta imbattuta nel suo precampioato anche in virtù dello 0-0 colto contro l'Amburgo, alla sua terza uscita estiva dopo quelle contro la rappresentativa trentina (6-0) e l'Al-Nassr Riyad. 

    A Lubecca Delneri schiera nel primo tempo Trezeguet e Diego in avanti, nella ripresa spazio ad Amauri e Del Piero. La partita è bloccata dalla condizione fisica ancora acerba di entrambe le squadre, prive di alcuni pezzi pregiati. Ai tedeschi mancano infatti Aogo ed Elia, Jansen, Trochowski e Mathijsen (protagonisti del mondiale sudafricano), mentre la Juve è concentrata a mettere benzina nelle gambe in vista del decisivo preliminare d'Europa League contro lo Shamrock.

    Nel 2007 e 2008 torniamo ad incrociare ancora l'Amburgo, ma arrivano tuttavia due sconfitte. La prima per 1-0, il 2 agosto 2007, quando una Juve al lavoro da una ventina di giorni cede di misura ai tedeschi in virtù di un gol all'85' di Choupo-Moting. Una partita frizzante, caratterizzata dalla continua pressione tedesca e da una difesa - quella messa in campo da Ranieri con Birindelli, Legrottaglie, Boumsong e Criscito -  che riesce a reggere l'urto. Fino almeno allo svarione di retroguardia nei minuti finali, segno del differente livello di preparazione delle due formazioni.

    Il 2008 riserva alla Juve un passivo ancor più pesante durante l'Emirates Cup, a Londra. Il mini-tour inglese inizia con una vittoria contro i padroni di casa dell'Arsenal e termina con lo 0-0 di Manchester (vs United), ma fa registrare nel mezzo il 3-0 nuovamente ai danni dell'Amburgo. 

    I tedeschi vanno in vantaggio al 18' con Guerrero su errore della retrogurdia bianconera. Del Piero e compagni reagiscono veementemente, e con l'ingresso di Iaquinta e le tre punte l'Amburgo sembra crollare. Solo un ottimo Rost (che nega per tre volte il pari a Iaquinta) e un distratto guardalinee (che annulla una rete valida a Camoranesi), tolgono alla Signora un pari che, alla fine, sarebbe stato anche meritato.

    Ed invece, proprio allo scadere, in contropiede, e' addirittura l'Amburgo a trovare la seconda e la terza rete, entrambe con Olic.

    La Juve e il Bayern Monaco

    11 agosto 1997. Davanti a 22,000 spettatori, in una calda serata di agosto, una Juventus simile a quella vista per la partita del centenario, contro il Newcastle, domina il Bayern Monaco di Trapattoni e si aggiudica la prima Coppa Citta' di San Benedetto del Tronto, disputata allo stadio "Riviera delle palme". 

    Una prova di forza, quella bianconera, manifestata soprattutto nel primo tempo e conclusa con un 1-0 troppo stretto per i ragazzi di Lippi, che gia' dal 12' potevano andare in vantaggio su rigore tirato sulla traversa da Del Piero. Oltre al penalty mancato, Inzaghi poco prima al 12' centrava ancora una volta il legno orizzontale e, al 44' a porta vuota, il palo alla destra di Kahn. Il gol arriva al 22', sempre grazie al futuro attaccante milanista: Deschamps lo pesca solo davanti alla porta. Di piatto non ha difficolta' ad infilarla in rete.

    Questa l'allora formazione bianconera:

    PERUZZI, PESSOTTO (17' ST BIRINDELLI), FERRARA, (22' ST JULIANO), MONTERO, DIMAS, PECCHIA (13' ST TACCHINARDI), ZIDANE, DESCHAMPS, DI LIVIO, INZAGHI (40' ST ZAMBONI), DEL PIERO, (20' ST AMORUSO). (12 RAMPULLA, 11 PADOVANO, 18 FONSECA, 24 AMETRANO).

    Il 28 luglio 1996, freschi dalla vittoria della Champions League sotto il cielo di Roma, a Zurigo la Juve affronta nuovamente i bavaresi per il centenario del Fussballclub Zürich. La formazione festeggiata batte la Signora per 2-1, ma sarà la Juve ad avere la meglio sul Bayern con lo stesso punteggio. Due settimane più tardi sarebbe stata impegnata a Lugano, dove impatterà per 1-1. 

    Nel 1992, infine,è ancora la Signora a spuntarla ma questa volta con il punteggio di 1-4, addirittura in rimonta. Il 7 agosto di quell'anno, in Baviera, dopo essere andata sotto nel punteggio si scatenano Muller, che segnerà una tripletta, e un ispirato Di Canio, in rete per il momentaneo 1-2. 

    Le altre squadre tedesche affrontate d'estate

    A livello di pura curiosità statistica, andando indietro negli anni ecco quali altri confronti tra Juve e formazioni di Germania si trovano negli almanacchi: 

    23 giugno 1968 Eintracht Francoforte-Juventus 2-1 Coppa delle Alpi

    18 giugno 1968 Schalke 04-Juventus 3-1 Coppa delle Alpi

    30 agosto 1967: Juventus-Eintracht Braunschweig 1-2

    La sfida di stasera tra Juventus e Borussia Dortmund non farà che aggiungere un altro capitolo a questo splendido libro di ricordi estivi. 

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK