Juventus
    08.12.2015 22:57 - in: Match Report S

    Siviglia amara, decide l'ex Llorente

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Un gol del Re Leone e la vittoria del City contro il Borussia tolgono alla Juve il primo posto nel girone

    Un gol di Fernando Llorente, troppi errori di mira, un po' di mala sorte e una clamorosa rimonta del City contro il Borussia Mönchengladbach tolgono alla Juve il primo posto nel Gruppo D. Una zuccata del Re Leone nella ripresa decide la gara di Siviglia, in cui i bianconeri hanno tutt'altro che demeritato, dimostrando anzi, specie nel primo tempo una dimensione e mentalità europea  ormai consolidate.

    Serve più cinismo però. Serve sfruttare le occasioni. E la Juve ne crea molte, alcune gigantesche, a cominciare dal colpo di testa di Morata che, dopo appena cinque minuti di gioco,gira alto di un soffio il preciso cross di Marchisio. Lo spagnolo cerca di rifarsi e con la sua rapidità tiene in costante apprensione la difesa avversaria, ma anche Dybala non scherza e il suo sinistro dal limite al 17' sfiora il palo.

    Anche Sturaro va vicino al gol, incornando il traversone di Alex Sandro e trovando la risposta di Sergio Rico. I pericoli corsi scuotono il Siviglia e serve un magistrale intervento di Buffon per neutralizzare il tentativo di Llorente, che controlla all'altezza del dischetto del rigore, si gira e spara a colpo sicuro. Il capitano chiude lo specchio e rispedisce al mittente anche il tiro di Konoplyanka, arrivato per primo sulla respinta.

    Se gli spagnoli si mangiano le mani per l'occasione sfumata, Dybala e Morata fanno altrettanto poco dopo: Bonucci pesca l'argentino in area, la cui sponda trova il compagno di reparto libero, a un metro dalla porta e in posizione centrale. Il gol sembra cosa fatta, ma il tocco di prima intenzione termina incredibilmente a lato.

    La partita è piacevolissima, giocata a viso aperto e se il risultato non si sblocca è anche perché i due portieri non sbagliano un colpo: così  se Buffon blocca in tuffo il colpo di testa di Llorente, Sergio Rico toglie dall'angolino la punizione di Dybala.

    Il duello a distanza tra i due numeri uno prosegue anche nella ripresa: Pogba scalda subito le mani del portiere andaluso con una sventola dalla distanza e dalla parte opposta Buffon blocca in due tempi il rasoterra di Rami.

    Con il passare dei minuti però la Juve perde incisività nelle giocate e le avanzate del Siviglia si fanno più insistenti. E al 20' gli spagnoli passano, con l'ex Llorente, che sul corner di Konoplyanka stacca più in alto di tutti e piazza il pallone sul secondo palo.

    Allegri interviene, mandando in campo Cuadrado per Lichtsteiner e il colombiano dà più vivacità alla manovra. Sturaro centra una traversa clamorosa  dal limnite e intanto da Manchester, dove il Borussia vinceva fino alla mezz'ora del secondo tempo, arrivano le notizie del pareggio e del vantaggio del City.

    La Juve si butta in avanti alla ricerca del pareggio, scoprendo il fianco al contropiede spagnolo e Gameiro, in campo al posto di Llorente, ne fallisce uno clamoroso, mandando fuori dopo essersi presentato a tu per tu con Buffon. Morata ha ancora un'occasione d'oro in pieno recupero, controlla in piena area e calcia con la porta spalancata, ma Sergio Rico trova un riflesso miracoloso e devia in angolo

    L'arrembaggio finale bianconero non è sostenuto dalla necessaria lucidità e il Siviglia riesce a controllare il risultato senza rischiare più nulla e a strappare la qualificazione all'Europa League. Alla Juve rimane invece l'amaro in bocca per non essere riuscita a portare a casa almeno un pareggio che, vista la gara, era assolutamente alla sua portata e che sarebbe bastato per ottenere il primo posto nel girone.

    La GALLERY

    SIVIGLIA-JUVENTUS 1-0

    RETI: Llorente 20' st

    SIVIGLIA

    Sergio Rico; Coke, Rami, Kolodziejczak (12' st Mariano Ferreira), Tremoulinas; Krychowiak, N'Zonzi; Vitolo, Banega Konoplyanka (23' st Khron-Dehli); Llorente (32' st Gameiro)
    A disposizione: Soria, Iborra, Reyes, Escudero
    Allenatore: Emery

    JUVENTUS
    Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (31' st Cuadrado), Sturaro, Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Dybala, Morata
    A disposizione: Neto, Rugani, Pellini, Vitale, Morselli
    Allenatore: Allegri

    ARBITRO: Marciniak (POL)

    ASSISTENTI: Sokolnicki (POL), Listkiewicz (POL)
    QUARTO UFFICIALE: Siejka (POL)
    ARBITRI D'AREA: Raczkowski (POL), Raczkowski (POL)

    AMMONITI: 38' pt Alex Sandro, 4' pt Sturaro

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK