Juventus
    19.10.2015 16:40 - in: Champions League S

    Alla scoperta del Borussia. Parte 1: il passato

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    115 anni di vita, 10 titoli, un solo (doppio) precedente contro la Juve. Questa è la storia del nostro prossimo avversario di Champions League

    Il Borussia Monchengladbach è una delle società storiche del calcio tedesco. Basti pensare che ha solo 3 anni di età in meno della Juventus, essendo stata fondata nel 1900. Come accade anche per il Dortmund, il Monchengladbach associa al nome della città  quello latino della terra in cui venne fondata, la Prussia, appunto, Borussia.

    Trascorrono ben 20 anni dalla fondazione prima che il Borussia possa partecipare a un campionato tedesco: accade infatti nel 1920, alla fine della Prima Guerra Mondiale, essendo la Prussia stata annessa alla Germania. Ma per la prima delle sue dieci vittorie (5 campionati, 3 Coppe di Germania e 2 trofei internazionali) occorre addirittura attendere gli anni ’60. Esattamente nel 1960 il Borussia vince la Coppa di Germania, battendo il Karlsruhe per 3-2:  l’anno dopo sarà la prima  squadra tedesca a disputare la Coppa delle Coppe.

    Jupp Heynckes, oggi

    Gli anni ’60 sono quelli dei primi veri campioni scoperti e “allevati” dal Borussia, come Günter Netzer e Jupp Heynckes. Grazie a questa continua crescita la squadra viene così ammessa finalmente a partecipare alla Bundesliga, che è da poco stata fondata.

    Ed è una partecipazione da protagonisti: nel 1968 e nel 1969 si piazza al terzo posto. È il preludio a quello che viene definito il “periodo d’oro” del Monchengladbach, che inizia con il primo grande trionfo in campionato, nel 1970. Questa vittoria, bissata l’anno successivo, apre la strada a un decennio che vede il Gladbach protagonista in Germania (tre titoli consecutivi, dal ’75 al ’77 e la Coppa di Germania del ‘72/’73) ma anche in Europa.

    Nel 1975 il Borussia vince infatti la sua prima Coppa UEFA, battendo in finale il Twente. Risalgono alla stagione successiva i due precedenti contro la Juventus (le foto che vedete, tratte da Hurrà Juventus dell’epoca, raccontano il match di Torino): negli ottavi di finale di Coppa dei Campioni i tedeschi battono la Juve in Germania all’andata per 2-0 (reti di Heynckes e Simonsen), mentre al ritorno non bastano le due reti bianconere di Gori e Bettega: nell’ultima mezz’ora di gioco il Gladbach recupera e pareggia 2-2 (Danner e Simonsen), passando il turno. Nel ’77 i tedeschi arrivano addirittura in finale di Coppa, che perdono contro il Liverpool a Roma per 3-1 e due anni dopo conquistano il loro ultimo titolo internazionale, ancora la Coppa UEFA. L’ultimo acuto europeo risale al 1980, anno in cui il Borussia arriva ancora all’ultimo atto della Coppa UEFA ma perde contro l’Eintracht Francoforte la quinta finale europea disputata in 8 stagioni.

    Inizia un periodo di declino per il Monchengladbach, che vive un momento di gioia nel 1995 (la terza Coppa di Germania) ma anche due fasi molto difficili, con le retrocessioni del 1999 e del 2007. Nel frattempo, anno 2000, viene inaugurato anche il nuovo stadio, il “Borussia-Park”, impianto da 50000 persone. Dopo l’ultima retrocessione la squadra si riorganizza, vive un periodo di crescita che culmina con il brillante terzo posto della scorsa stagione in Bundes.  Ma il presente ve lo raccontiamo domani.

    (To be continued…)

     

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK