Juventus
    27.12.2016 11:00 - in: Settore Giovanile S

    #JYouth: il top del 2016

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Sette momenti da ricordare nell'anno solare del settore giovanile bianconero

    Crescita, soddisfazione, continuità: l'anno 2016 del settore giovanile bianconero non può che considerarsi positivo. Dodici mesi tra i quali abbiamo scelto sette momenti da non dimenticare.

    23 GENNAIO 2016: UN DERBY DA VERA SIGNORA

    Vincere un Derby nei secondi finali non è certo un inedito storico per la Juventus ma resta una bella soddisfazione, soprattutto quando questo avviene in rimonta e vale a mantenere la vetta della classifica.

    È successo alla Primavera di Fabio Grosso lo scorso 23 gennaio 2016, in campo contro il Torino al Training Center di Vinovo: un primo tempo dominato, poi un calcio di rigore per i granata e la rete dal dischetto che vale lo 0-1 proprio allo scadere della prima frazione.

    Nella ripresa, però, è capolavoro Juve: dopo appena tre minuti Favilli pareggia con un gran gol di controbalzo; poi i bianconeri restano in dieci per l'espulsione di Macek e il match sembra destinato a chiudersi in parità, ma il Torino dovrà fare i conti con Morselli. Minuto 88 sul cronometro: il neoentrato riceve palla in area, controlla all'altezza del dischetto e spedisce il pallone alle spalle del portiere.

    È 2-1, la Juve si conferma prima della classe nel Girone di campionato (che poi chiuderà in testa) e si porta a casa la stracittadina, per iniziare l'anno solare nel modo migliore.

    30 MARZO 2016: VIAREGGIO E' BIANCONERA

    Poche manifestazioni in ambito giovanile possono vantare un fascino maggiore del Torneo di Viareggio: la Juventus l'ha vinto in nove edizioni, la prima volta nel 1961, l'ultima proprio in questo 2016. Una cavalcata trionfale, quella dei ragazzi di Fabio Grosso, che partono forte già nella fase a gironi, superando gli argentini del Deportivo Camioneros (2-0, doppietta di Vadalà); il Crotone (1-0, gol di Kastanos) e gli statunitensi del L.I.A.C. New York (6-0, doppietta di Clemenza e reti di Pozzebon, Morselli, Vadalà e Tamba M'Pinda).

    Nella fase a eliminazione diretta, spettacolare il poker rifilato al Milan agli Ottavi (4-0 coi gol di Pozzebon, Bove, Di Massimo e Morselli); poi un netto 3-1 al Bologna ai Quarti (doppietta di Didiba e sigillo di Di Massimo); la semifinale con lo Spezia decisa ai calci di rigore (2-2 nei tempi regolamentari, poi il centro decisivo dal dischetto di Severin).

    In finale, è una Juve attenta e cinica ad avere la meglio sul Palermo: Kastanos apre le marcature, rispondono i rosanero con La Gumina; la Juve torna in vantaggio con Vadalà su rigore e pareggia ancora La Gumina. A dieci minuti dal termine, però, è ancora un tiro dal dischetto a decidere l'incontro: lo realizza Di Massimo, e al triplice fischio può esplodere la gioia per i nostri ragazzi e per mister Fabio Grosso.

    GIUGNO 2016: UNA FINAL EIGHT DA PROTAGONISTI

    La Juventus Primavera vince il Girone A di campionato e si qualifica alla Final Eight di categoria, che si gioca tra Sassuolo e Reggio Emilia. Si parte dai Quarti di finale, con la Juve che si presenta alla grande battendo l'Empoli 4-2: botta e risposta Favilli – Bellini – Pozzebon – Piu, poi i Bianconeri chiudono i conti con il secondo gol di Favilli al 77' e la rete di Cassata che fissa il risultato finale all'89'.

    In semifinale si va al “Mapei Stadium” per il Derby della Mole: l'avversario è il Torino, e la Juve fa propria un'altra stracittadina. Decisiva la zampata di Pozzebon al 25', con un primo tempo condotto all'attacco e una ripresa in pieno controllo del match che vale la finalissima Scudetto.

    Il 4 giugno l'appuntamento è ancora al Mapei: si incontrano Juventus e Roma ed è una finale equilibratissima e dalle emozioni infinite. I ragazzi di Grosso sbloccano il match al 37' col calcio di rigore di Kastanos ma i giallorossi pareggiano in avvio di ripresa con il tocco sotto misura di Ponce. Al 90' è ancora 1-1, e si va ai supplementari, trascorsi senza gol fino ai calci di rigore.

    Dopo sette tiri dal dischetto per ciascuno, sono i giallorossi a prevalere, ma la nostra Primavera non può che strappare applausi, per una stagione da protagonista assoluta, condotta sempre al vertice.

    GIUGNO 2016 – UNDER 17, CHE GRUPPO!

    Non solo Primavera: anche gli Under 17 hanno chiuso la stagione 2015/2016 ai vertici nazionali, conquistando l'accesso alla Final Eight di categoria, organizzate tra Forlì e Cesena. A Giugno 2016, i nostri ragazzi erano impegnati a confrontarsi tra le migliori formazioni italiane di giocatori nati a partire dall'anno 1999, inseriti nel Gruppo B di qualificazione con Palermo, Napoli e Inter.

    Dopo lo 0-0 all'esordio contro i rosanero, arriva una spettacolare vittoria per 4-0 contro i partenopei, con doppietta di Kean e reti di Goh e Mancini. Non è finita qui: nel terzo match della fase di qualificazione, i Bianconeri strapazzano 3-0 anche l'Inter, con le reti di Lombardi, Kean e Ndiaye, conquistando l'accesso alla semifinale contro l'Atalanta, entrando a pieno titolo tra le quattro migliori d'Italia.

    Contro gli orobici non basterà la doppietta di Kean: 3-2 il risultato finale, ma con la consapevolezza di un gruppo di qualità, dal quale non a caso proverranno tanti dei giovani talenti che oggi vediamo protagonisti in Primavera. E non solo...

    18 SETTEMBRE 2016 – DUE DERBY SU DUE

    Cosa c'è di più bello di vincere un Derby? Vincerne due! Il 18 settembre 2016 è una domenica da ricordare per l'Under 15 di Riccardo Bovo per l'Under 16 di Edoardo Sacchini, che vincono ognuna la propria stracittadina, in due vittorie nette e meritate contro il Torino, conquistate di fronte al pubblico bianconero dell'Ale&Ricky di Vinovo.

    Si parte con gli Under 15, che vanno sotto dopo otto minuti ma completano una grande rimonta: De Marzo pareggia su rigore al 25', Sterrantino chiude i conti dopo cinque minuti dall'avvio della ripresa per il 2-1 finale. Non c'è proprio partita, invece, con gli Under 16: Diallo apre le marcature al 18', Fagioli mette in ghiaccio la vittoria per 3-0 con una doppietta al 31' e al 33' tingendo definitivamente la domenica di bianconero.  

    19 NOVEMBRE 2016 – LA PRIMA VOLTA DI KEAN

    Vincere dà soddisfazione a tutti i livelli, anche nel settore giovanile, ma la cosa più importante resterà sempre formare calciatori: ecco perché l'esordio di un ragazzo del vivaio non può che essere ricordato come uno dei momenti più importanti dell'anno.

    È il minuto 84 allo Juventus Stadium, si gioca il match contro il Pescara, quando la lavagna luminosa indica il numero 17 di Mario Mandzukic sostituito dal numero 34, quello di Moise Kean, attaccante nato il 28 febbraio 2000, che diventa il primo “millennial” della storia della Serie A.

    Non solo: tre giorni dopo Moise farà il proprio esordio anche in Champions League, entrando in campo a Siviglia proprio quando la Juve sta per passare in vantaggio con il gol di Bonucci, primo nato nel 2000 a scendere in campo nella massima competizione europea.

    Un motivo d'orgoglio in più per tutto il settore giovanile bianconero.

    22 NOVEMBRE 2016 – CHE JUVE A SIVIGLIA!

    Tra i momenti top del 2016 per il settore giovanile bianconero, non si può dimenticare il più recente: il match che ha portato la Primavera di Fabio Grosso a qualificarsi alla seconda fase di UEFA Youth League.

    Una grande vittoria, quella ottenuta lo scorso 22 novembre sul terreno del Siviglia, con un netto 2-0 firmato Clemenza e Zeqiri: il fantasista classe '97, capitano bianconero, porta in vantaggio i nostri dopo appena tre minuti; il Siviglia reagisce, prova a rispondere, ma trova prima un grande Del Favero a blindare la porta e poi un magistrale contropiede di Caligara che, al 63', serve Zeqiri che insacca la rete del raddoppio, quella che chiude il match.

    Tre punti che, uniti a quelli conquistati contro il Siviglia all'andata (2-1 con reti di Kean e vantaggio definitivo di Bove su punizione all'ultimo secondo) e contro il Lione (3-0 firmato Caligara - Leris - Clemenza) varranno alla Juventus il passaggio alla seconda fase, in attesa del primo impegno europeo del 2017: quello del prossimo 7 febbraio ad Amsterdam contro l'Ajax.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK