Juventus
    Juventus
      26.08.2016 14:30 - in: Serie A S

      Allegri: «Dobbiamo portare a casa i tre punti»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Le parole del tecnico bianconero, a presentazione del match di domani contro la Lazio

      Le insidie in una partita come quella di domani, all’Olimpico, di certo non mancano. Ne è cosciente Mister Allegri, che ha presentato il match in conferenza stampa al Media Center di Vinovo.

      «Dobbiamo fare di tutto per portare a casa i tre punti -  spiega – La Lazio è partita molto bene, ha vinto bene a Bergamo, ha segnato quattro gol e ha dimostrato di essere in buona condizione. Inoltre domani farà molto caldo, giocheremo alle sei. Sarà difficile».

      E argomenta, il tecnico: «La Lazio è una squadra abile in contropiede, ha giocatori adatti. Non dovremo spezzare la partita, per evitare il rischio di ripartenze; sono convinto che avremo di fronte una buona squadra, che lotterà per le prime sei posizioni, hanno cambiato poco e inserito giovani di valore».

      Quali le contromisure in campo domani, a livello di giocatori da schierare titolari? «Posso dire che giocherà Mandzukic, sebbene la condizione di Higuain sia in crescendo e dopo la pausa credo sarà al top; in difesa uno fra Rugani e Benatia sarà titolare, mentre a centrocampo il mio dubbio è fra Lemina e Pjanic, che è un giocatore abile anche nella fase difensiva».

      Una parola su Asamoah: «È un giocatore ritrovato, lo scorso anno ha sofferto alla ripresa dall’operazione, ma ora è un elemento importante, di grande valore tecnico e con personalità. È affidabile, e ora è tornato a giocare da interno di metà campo»

      Dopo la trasferta, Allegri lavorerà a ranghi ridotti: «Resteranno qui Evra, Alex Sandro, Marrone se non va via, Higuain e Asamoah. Lavoreremo bene per una settimana e se riusciamo sabato concluderemo con una partitella mista insieme alla Primavera. Dopodiché avremo un bel mese impegnativo, il primo di tre che ci separeranno dalla sosta».

      E guardando al campionato, aggiunge: «Per ora è presto per parlare di squadre favorite o tagliate fuori, dalla lotta Scudetto: siamo alla prima giornata. Se torno indietro di un anno, quelli tagliati fuori eravamo noi…».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK