Juventus
    02.04.2016 23:36 - in: Serie A S

    Allegri: «Un altro passetto in avanti»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Il mister ha sia lodato i suoi per la vittoria contro l’Empoli, sia indicato quali siano ancora le cose ancora da migliorare in questa volata finale per lo Scudetto

    A fine partita, come di consueto, il tecnico toscano della Juve ha analizzato ai microfoni dei media la partita appena conclusa e vinta dalla sua squadra contro l’Empoli. Ecco, punto per punto, le sue valutazioni.

    L’impressione sulla gara
    «Vincere le partite non è assolutamente facile, farlo nella parte finale del campionato ancor meno. Soprattutto contro una squadra, l’Empoli, che ha un buon palleggio e gioca bene.

    Cosa è andato bene
    «Nella ripresa siamo stati più ordinati, abbiamo avuto diverse occasioni e potevamo chiudere l’incontro. Non scordiamoci che abbiamo avuto solo un giorno per preparare la gara. Le partite pesano a questo punto della stagione. Vincerne 20 su 21 non è affatto semplice»

    Cosa è andato meno bene
    «In qualche momento della partita giocavamo un po’ troppo da soli, ma è un momento di crescita dei ragazzi. Ogni piccolo errore ora viene pagato a caro prezzo, bisogna quindi giocare più semplice e perdere meno palloni possibile. Bisogna migliorare nella gestione della palla, e fare gol soprattutto. Non possiamo finire tutte le partite 1-0, e se non si concretizzano le azioni, almeno è necessario avere una buona gestione della palla»

    L’uscita dal campo di Chiellini
    «Oggi stava bene, si era allenato nei passati 10 giorni con la squadra. Si è fatto male senza neanche accorgersene, valuteremo nei prossimi giorni sperando non sia nulla di grave. Settimana prossima rientreranno Bonucci e Dybala, comunque»

    Sull’aver giocato stasera
    «Giocando di sabato abbiamo avuto un giorno in meno per recuperare dopo la Nazionale: alla fine devi comunque fare i tre punti per vincere il campionato. Complimenti al Napoli che dietro però non perde punti: dovremo essere molto bravi»

    L’attacco bianconero
    «Sono contento per Mario, era tanto che non faceva gol. In certo momento della partita avevo bisogno di attaccare la profondità e allora ho messo Zaza, così Morata poteva giocare più a sinistra»

    La strada giusta
    «In questo momento ci vuole grande equilibrio e forza mentale, come quelle mostrate stasera: i ragazzi dovranno essere bravi allo stesso modo, in futuro»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK