Juventus
    07.03.2016 08:00 - in: Serie A S

    Atalanta-Juve, l’analisi statistica

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Questo dicono i numeri del match di ieri pomeriggio a Bergamo

    Partiamo naturalmente da un dato:

    Già, perché nonostante quel recupero finale di 6’ sia sembrato a suo modo interminabile per Gigi, alla fine di Atalanta-Juventus la Signora è riuscita ad eguaglia il suo record di nove partite consecutive senza subire gol in Serie A.

    Nelle ultime 18 partite di campionato, abbiamo ottenuto 52 punti sui 54 disponibili: un numero pazzesco, messo in cassaforte nell’arco di quasi un intero girone, se è vero che sono tutti arrivati dopo la sconfitta di Sassuolo, e gli emiliani sono la prossima squadra che incontreremo in casa.

    Nel 2016 la Juventus ha ottenuto 31 punti, più di ogni altra squadra; di contro, l’Atalanta ne ha raccolti sei, meno di ogni altra squadra.

    Quando diciamo #FinoAllaFine, c’è un perché: siamo infatti la formazione che ha segnato 14 gol negli ultimi 15 minuti di partita: solo la Lazio (15) ha fatto meglio in questo campionato.

    Interessante notare il numero pressoché identico di palle recuperate (72 a 71) per le due squadre, ma più che doppio di palloni intercettati per l’Atalanta (28) che per la Signora: se la Juve ha dominato sul gioco aereo (82 colpi di testa, spesso in anticipo), i bergamaschi sono stati squadra coriacea e molto abile a spezzare le trame di gioco bianconere. I ragazzi di Allegri hanno tuttavia giocato in maniera molto corta (31.5m) e con baricentro basso per sopperire al grande affollamento in mezzo al campo fatto vedere dagli uomini di Reja.

    Il centrocampo e l'attacco bianconero sono rimasti molto vicini per tutta la partita
    Qualche numero individuale

    Una delle notizie più belle di ieri è stato il ritorno al gol di Andrea Barzagli dopo 91 partite di campionato: l’ultima sua rete risale al 13-05-2012 proprio contro l'Atalanta. Ricordate?

    Oltre, naturalmente, alla rete di Lemina, che non segnava da Napoli-Juventus al San Paolo ed è reduce da uno stop di 4 mesi.

    Gara di spessore e sacrificio, anche se non bagnata da un gol, quella di Mario Mandzukic, ovvero colui che ha fatto più sponde di tutti (6), ha fatto registrare 3 cross (indicatore della sua mobilità in campo, anche fuori dall’area di rigore) e due contrasti vinti. Paulo Dybala è invece il bianconero che ha subito più falli (5) e, parallelamente, ha effettuato più dribbling positivi.

    Tre i tiri di Paul Pogba, infine, e 61 i passaggi positivi del Principino, motore del gioco a metà campo.

    Detto questo... chi è stato il migliore in campo, secondo voi?

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK