Juventus
    06.03.2016 17:03 - in: Match Report S

    Barzagli e Lemina stendono l'Atalanta

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    La Juve risponde al Napoli superando l'Atalanta con un gol per tempo e rimane sola in testa alla classifica

    Se Napoli chiama, la Juve risponde. Ieri gli uomini di Sarri avevano raggiunto quelli di Allegri in testa alla classifica superando il Chievo. Oggi i bianconeri allungano ancora, blindando ancora una volta la difesa e rifilando un gol per tempo all'Atalanta.

    Da Bergamo arriva la conferma che la notte di San Siro è stata solo un innocuo passaggio a vuoto: le intenzioni della Juve sono chiare fin dall'inizio e riflettono quelle di Allegri che alla vigilia aveva sottolineato come contasse un solo risultato: la vittoria. I bianconeri  manovrano velocemente e attaccano bene gli spazi con Pereyra, piazzato dietro le punte, ma anche con Dybala che, arretrando spesso il suo raggio di azione, si muove tra le linee ed è di fatto un trequartista aggiunto. Al 10' arriva la prima occasione con Khedira, che chiude un ampio triangolo con Pereyra e arriva al tiro da posizione defilata, trovando la respinta di Sportiello.

    Pogba danza con il pallone, dà la sensazione di poter creare un pericolo ogni volta che entra in azione e il suo tentativo dal limite al 20' è alto di poco. È grazie alla caparbietà del francese che la Juve conquista l'angolo da cui nasce il vantaggio: al 24' Dybala calcia dalla bandierina, Mandzukic di testa piazza il pallone nell'area piccola dove l'unico a scattare è Barzagli, che a tu per tu con Sportiello piazza in rete e realizza il suo secondo gol in bianconero, 91 partite di campionato dopo il primo. Era il 13 maggio 2012 quando la Roccia andava a segno dal dischetto, nel giorno della festa del primo dei quattro scudetti consecutivi, proprio  contro l'Atalanta.

    I bianconeri continuano a dominare, nonostante un campo antipatico, le cui zolle decidono un po' troppo spesso la traiettoria dei passaggi. L'unica giocata concessa all'Atalanta è la girata al volo di De Roon, che spedisce tra le mani di Buffon l'assist di Borriello.

    L'esperienza insegna che gare simili, per quanto a senso unico, possono sempre riservare sorprese e per evitarle occorrono concentrazione e soprattutto spirito di sacrificio. È emblematico quello di Mario Mandzukic che, dopo appena due minuti dall'inizio della ripresa, quando l'Atalanta parte con un velocissimo contropiede, si fa settanta metri di scatto ed è il primo ad arrivare a chiudere  e ad anticipare Borriello.

    Il croato è una macchina: difende il pallone, pressa a tutto campo e approfitta anche di un'uscita avventata di Sportiello, rubando palla e calciando nella porta sguarnita, trovando però Toloi che riesce a respingere. L'Atalanta non crea particolari pericoli, ma mostra una buona condizione atletica e Allegri manda in campo forze fresche, inserendo Lemina e Alex Sandro al posto di Khedira e Pereyra.

    Ancora una volta il tecnico ci vede lungo, perché dopo una ventina di minuti dal suo ingresso in campo, proprio nel miglior momento dell'Atalanta, Lemina inventa un gol da antologia: al limite fa fuori Paletta con un doppio passo, evita anche Toloi e spara nell'angolino l'esterno destro che chiude la partita. La Signora è ancora sola in vetta. E manca una partita in meno.

    ATALANTA-JUVENTUS 0-2

    RETI:
    Barzagli 24' pt, Lemina 41' st

     

    ATALANTA
    Sportiello; Masiello, Toloi, Paletta; Conti (10' st D'Alessandro), Kurtic, De Roon, Cigarini (31' st Diamanti), Dramè; Borriello, Monachello (21' st Raimondi)
    A disposizione: Bassi, Bellini, Freuler, Stendardo, Gagliardini, Cherubini, Brivio, Migliaccio, Gakpé
    Allenatore: Reja

    JUVENTUS

    Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra; Khedira (23' st Lemina), Marchisio, Pogba; Pereyra (36' st Alex Sandro); Dybala (43' st Morata), Mandzukic
    A disposizione: Neto, Rubinho,  Padoin, Rugani, Hernanes, Asamoah, Cuadrado, Zaza
    Allenatore: Allegri

    ARBITRO: Valeri
    ASSISTENTI: Barbirati, Musolino
    QUARTO UFFICIALE: Schenon
    ARBITRI D'AREA: Orsato, Ghersini

    AMMONITI: 2' pt Cigarini, 43' pt Pogba, 6' st Paletta, 36' st Marchisio, 39' st Toloi

    ATALANTA-JUVENTUS 0-2

    RETI: Barzagli 24' pt, Lemina 41' st

    ATALANTA
    Sportiello; Masiello, Toloi, Paletta; Conti (10' st D'Alessandro), Kurtic, De Roon, Cigarini (31' st Diamanti), Dramè; Borriello, Monachello (21' st Raimondi)
    A disposizione: Bassi, Bellini, Freuler, Stendardo, Gagliardini, Cherubini, Brivio, Migliaccio, Gakpé
    Allenatore: Reja


    JUVENTUS
    Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra; Khedira (23' st Lemina), Marchisio, Pogba; Pereyra (36' st Alex Sandro); Dybala (43' st Morata), Mandzukic
    A disposizione: Neto, Rubinho,  Padoin, Rugani, Hernanes, Asamoah, Cuadrado, Zaza
    Allenatore: Allegri

    ARBITRO: Valeri
    ASSISTENTI: Barbirati, Musolino
    QUARTO UFFICIALE: Schenon
    ARBITRI D'AREA: Orsato, Ghersini

    AMMONITI: 2' pt Cigarini, 43' pt Pogba, 6' st Paletta, 36' st Marchisio, 39' st Toloi

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK