Juventus
    10.01.2016 23:03 - in: Serie A S

    Buffon: «Secondo posto? Dobbiamo migliorare»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Il Capitano non ha dubbi sulla posizione in classifica che la Juve ha l’obiettivo di raggiungere. Lo dice chiaro dopo il match di Marassi.

    Con la nona vittoria consecutiva, quella di Marassi, la Juventus aggancia l’Inter al secondo posto, a due lunghezze dal Napoli. È questa dunque la squadra che voleva Buffon, dopo il suo sfogo di Reggio Emilia?

    «Oggi è seconda, se guardiamo gli ultimi anni non è il posto che ci compete, quindi dobbiamo migliorare».

    Gianluigi Buffon

    Più chiaro di così non si può. Gigi è un vincente, ed è il capitano di un gruppo Campione d’Italia, che di scucirsi il tricolore dal petto proprio non ne vuole sapere.

    «Sicuramente abbiamo inanellato una bella striscia di vittorie in un momento lungo, che perdura. Dobbiamo far sì di poterlo prolungare per un po’», ha commentato Buffon ai microfoni dei media dalla linea di fondo del Luigi Ferraris.  

    Questo successo, sofferto ma agguantato con carattere e determinazione, è la seconda bella notizia della settimana per il Capitano (diventato nuovamente papà). Tuttavia, c’è stato un momento in cui una gara in discesa si è improvvisamente trasformata in arduo match in salita. «Sul  2-0 abbiamo pensato che la partita fosse finita», ha concluso SuperGigi, indicando dove è necessario migliorare ulteriormente a livello mentale. «Non è così, però. Loro hanno tanta qualità, e quando giochi contro squadre del genere le partite si possono riaprire da un momento all’altro».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK