Juventus
    05.03.2016 10:50 - in: Serie A S

    Cinque pagine di storia a Bergamo

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Dalla prima rete in casa atalantina nel 1937 al primo gol di Morata in maglia bianconera nel 2014, cinque episodi da ricordare di #AtalantaJuve

    Si chiama Mario Bergonzini. Ha militato nella Juventus per una stagione, la 1937/38. centrocampista modenese, classe 1912, ha disputato in maglia bianconera quattro partite, segnando una sola rete. 

    Ed è quella rete che oggi vi ricordiamo, perchè è quella che, il 19 settembre 1937, ha deciso la prima trasferta della Juventus a Bergamo in un campionato di Serie A a girone unico. 

    Una rete arrivata proprio a fine match, al minuto 87, che ha permesso ai bianconeri di passare allo stadio in cui si giocava il match, il "Mario Brumana".

    Da allora, in totale a Bergamo si sono giocate 53 partite, la Juve ne ha vinte 25, segnando 89 gol, con una media di 1.68 a partita.

    Ve ne raccontiamo cinque, significativi per vari motivi: andando avanti a leggere, scoprirete il perchè...

    1951: POKERISSIMO!

    Fu davvero spettacolare la sfida del 14 gennaio 1951: la Juve di Boniperti fa  visita all'Atalanta, e la sua forza quella sera è davvero impressionante. Non a caso la abbiamo definita la "Juve di Boniperti": proprio lui è autore di una spettacolare tripletta. I primi due gol, al 20' e al 29', aprono le marcature, e poi lo stesso attaccante le chiude, al 79'. In mezzo, Praest, Hansen e la rete della bandiera nerazzurra di Soerensen.

    La Juve di Boniperti, allenata da Carver
    1963: GAME, SET, MATCH

    Sei a tre. Basterebbe questo risultato per inserire, automaticamente, quell'Atalanta-Juve del 1963 nella galleria dei precedenti storici più divertenti e significativi.

    Anzi, probabilmente è IL precedente più divertente: di certo, la vittoria con il maggior numero di reti della storia bianconera a Bergamo. 

    E dire che il primo tempo si conclude sul 2-1 (di Siciliano e Sarti le reti bianconere). nella ripresa, dopo la rete del 3-1 di Emoli, si scatena Sua Maestà Omar Sivori, che illumina la partita con una tripletta delle sue. Fra i suoi gol, questo, pazzesco:

    2014: VAMOS, ALVARO!

    Tevez, e poi ancora Tevez. Ci mette poco più di mezz'ora la Juve a sbloccare l'ultima partita giocata a Bergamo, il 27 settembre 2014. Ma quando poi il match si sblocca, la signora dilaga. 

    L'Apache raddoppa al minuto 59 ma la serata diventa di gloria per un attaccante spagnolo, alla Juve da poco, entrato in campo da poco, al 67'. 

    Lui si chiama Alvaro Morata, e questa è la sua prima rete in bianconero, messa a segno all'83', a completare il 3-0 finale.

    IL POKER DEL 2013

    Tevez, Pogba, Llorente, Vidal. Quattro regali di Natale per i tifosi bianconeri, quel 22 dicembre 2013. Volete rivederli, quei gol? Eccoli.

    1997: IL GOL SCUDETTO!

    Chiudiamo con quello che forse è il gol più importante per i bianconeri, in tutti i precedenti fra Atalanta e Juve a Bergamo. 

    Il 23 maggio 1997 è un venerdì sera: contro gli orobici la Signora ha bisogno di un punto per laurearsi per la 24' volta Campione d'Italia. Ed è un punto sofferto, perchè l'Atalanta passa in vantaggio al 19' del primo tempo, con Pippo Inzaghi.

    Dopo nove minuti della ripresa, l'episodio Scudetto: calcio d'angolo da destra,  in mezzo all'area svetta Ferrara, il portiere atalantino respinge ma sulla palla si avventa Mark Iuliano, il cui tap-in sottomisura, sempre di testa, significa Tricolore.

    Un'esultanza di quella Juve targata 1997
    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK