Juventus
    Juventus
      16.01.2016 13:22 - in: Serie A S

      Colantuono: «Contro la Juve serve essere perfetti»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      «Per provare a mettere in difficoltà i bianconeri dovremo aggredirli stando sempre attenti a non scoprirci troppo»

      «Serve una prestazione perfetta». Stefano Colantuono avverte i suoi uomini alla vigilia della sfida contro la Juventus e li sprona a non ripetere gli errori che sono costati all'Udinese la sconfitta contro il Carpi nell'ultima giornata: «Sono ancora molto arrabbiato per la sconfitta di sabato - ribadisce il tecnico friulano - e voglio vedere delle risposte in campo domani. Mi dispiace aver perso contro il Carpi per tanti motivi, soprattutto per i nostri tifosi, e perché potevamo fare un bel salto di qualità in classifica, ma la mettiamo subito in cantina e domani mi aspetto come minimo la prestazione, poi vederemo se ci porterà dei punti. Andremo in campo per fare la nostra partita e per vincere. Nessuna squadra parte con l'idea del pareggio».

      Non lo farà naturalmente neanche la Juve, alla ricerca della decima vittoria consecutiva: «Dovremo cercare di non farli giocare – spiega Colantuono - E' la squadra più in forma del campionato ed è tornata prepotentemente in lotta per lo scudetto. Per provare a metterli in difficoltà dovremo aggredirli stando sempre attenti a non scoprirci troppo. E dovremo fare tutto bene altrimenti rischieremmo di non portare nulla a casa, anche perché è difficile che loro sbaglino la partita, perché hanno uno zoccolo duro in grado di fare sempre la differenza. Cito i Buffon, Chiellini, Marchisio, sono giocatori che hanno quella fame e quella voglia di vincere che trasmettono a tutto l'ambiente. Quando entri lì dentro vieni modellato, e per questo per la Juventus non esistono partite sbagliate dal punto di vista mentale e dell'approccio. Non a caso sono reduci da 4 scudetti di fila, e si giocheranno il quinto fino alla fine. Contro la Juventus non puoi permetterti di sbagliare niente a livello tecnico e a livello mentale».

      Per i friulani potrebbe essere un'arma in più il nuovo stadio, che verrà inaugurato proprio contro i Campioni d'Italia. E per un evento simile il tecnico friulano non può tenere fuori dalla gara un simbolo dell'Udinese come Di Natale: «Antonio giocherà, visto che col Carpi ho preferito dare continuità a Thereau e Perica. Queste sono le partite in cui il campione può esaltarsi, oltre che per una forma di riconoscenza dovuta al capitano, che deve esserci nella prima con lo stadio nuovo interamente aperto. Lui sta bene e mi sembra la scelta migliore farlo giocare. Iturra? Probabilmente giocherà lui, perché dobbiamo anche rispettare l'avversario. La Juve ti fa correre e servono giocatori che sporchino di più il loro gioco. Noi dobbiamo provare a fare il massimo e se daremo il 100% avremo sicuramente delle chances anche per vincerla. Penso che sarà inutile cercare di difenderci».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK