Juventus
    16.04.2016 10:15 - in: Serie A S

    Allegri: «Il destino è nelle nostre mani»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    La carica del tecnico bianconero in conferenza stampa: «Non possiamo permetterci di perdere punti, sarebbe da irresponsabili»

    Ormai le giornate che separano la Juve dalla fine del campionato e dall’obiettivo dello Scudetto sono sempre di meno: proprio per questo vanno affrontate con il massimo della concentrazione. Questa la tesi di Mister Allegri in conferenza stampa: «Sono le sfide decisive: affrontarle nel modo sbagliato sarebbe da irresponsabili. Per questo c’è bisogno del massimo dell’attenzione e della concentrazione, ci sono 18 punti a disposizione, il Napoli dista solamente sei».

    Allegri torna a premere su un tasto che spesso ha toccato nelle ultime settimane: «Il nostro destino è solo nelle nostre mani, dobbiamo e vogliamo raggiungere un obiettivo storico e straordinario: il quinto scudetto di fila non arriva ogni cinque anni. Ci siamo preparati bene, affrontiamo una sfida per volta. Intanto domani pensiamo al Palermo, poi ci concentriamo sulla Lazio, senza dimenticare che a fine stagione ci giochiamo la Coppa Italia».

    Focus sul Palermo, allora: «La partita di domani è squilibrata solo per la classifica. Alle 15 saremo sullo 0-0, inoltre loro si giocano la salvezza, arrivano da sette giorni di ritiro, e poi farà caldo. Serve l’aiuto di tutti, anche del pubblico: pensate al caso del Barcellona, che una settimana fa era favorito in Liga e Champions, e in una settimana vede il vantaggio assottigliato ed è uscito dalla Coppa. Tutto cambia velocemente». E ancora sui nostri avversari: «Non credo disputeranno una partita di attesa, cercheranno anche per le caratteristiche della loro rosa di darci pressione».

    A proposito di rosa, Allegri risponde anche ad alcune domande sui singoli: «Dybala sta bene, devo decidere se schierarlo dall’inizio o magari a partita in corso. Pogba sta trovando un equilibrio importante, gioca da esperto, sa leggere la partita, anche se deve continuare il suo miglioramento. Ma in definitiva devo dire che abbiamo una rosa omogenea, tutti sono a disposizione, stanno bene e meriterebbero di giocare. Abbiamo un gruppo importante, con mix di esperienza, gioventù, valori fisici e tecnici, che ci permette di pensare al futuro. E il futuro confermarci in Italia e fare sempre meglio in Europa, sebbene arriviamo da due Champions League di alto livello."

     

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK