Juventus
    Juventus
      30.01.2016 14:29 - in: Serie A S

      Maran definisce la Juve una corazzata

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Il tecnico dei clivensi, che dovrà sopperire all’assenza di Paloschi partito per lo Swansea, ha speso parole di elogio per l’avversario bianconero ma ha ribadito che la sua formazione si farà trovare pronta e all’altezza dell’impegno

      A stretto giro dalla conferenza stampa di Allegri, anche il tecnico avversario Rolando Maran ha preso la parola al termine di quella che ha definito «una settimana turbolenta, particolare soprattutto per quanto riguarda le partenze». Alla luce, per esempio, della defezione di Paloschi, volato in Galles. E degli infortuni, visto che «qualche giocatore purtroppo ha avuto qualche linea di febbre».

      L'addio della punta al Chievo, tuttavia, dopo cinque anni «non ci deve turbare più di tanto, il mercato fa parte del gioco. Gli facciamo un grosso in bocca al lupo, ma noi abbiamo la nostra storia che va avanti e dovremo esser bravi a tirar fuori tutte le nostre risorse in una partita difficile, tirando fuori tutte le nostre risorse ed energie per affrontare una corazzata».

      Il quadro degli indisponibili conta «Gamberini, Meggiorini, Hetemaj, Pepe e Izco, mentre gli altri dovrebbero essere arruolabili», incluso Rigoni.

      Sulla Juventus l’allenatore avversario originario di Trento ha speso parole di elogio. «I numeri dicono qualcosa, ci fa capire la caratura», ha affermato in conferenza stampa. « Sta mettendo sotto tutti, da parecchi mesi, senza sosta. Per noi sarà solo uno stimolo maggiore, cercheremo di dare il 200% perché attraverso le prestazioni solo così nascono risultati impensabili. Noi ci crediamo, abbiamo voglia di andare in campo e fare una grande partita. Nel mio gruppo c'è chi ha voglia di mettersi alla prova anche in un test impegnativo come questo che ci sarà grandi stimoli, non dobbiamo essere remissivi, dobbiamo avere la voglia di giocare la partita con le difficoltà del caso, ma senza precluderci nulla».

      La partita di domani sarà insidiosa sia dal punto di vista tecnico, ma anche da quello atletico. «E’ una squadra che oltre a una grande caratura tecnica ha un impatto fisico forte: ci vuole un impatto giusto, anche fisico, una delle prerogative per fare una buona gara», ha detto Maran, che nella partita di andata di questo campionato ha ottenuto il suo primo punto contro la Juventus da allenatore, dopo quattro sconfitte consecutive

      Attenzione quindi non solo al gruppo bianconero, ma anche ai singoli come Dybala, che da solo ha messo lo zampino nel 50% dei gol della Signora. «Bisogna stare attenti a qualsiasi giocatore, la Juve non ha un organico indifferente per qualità e forza fisica».

      Da ultimo, qualche indicazione sulla prima linea clivense che avrà il compito di bucare la miglior difesa delle ultime undici giornate, capace di subito meno reti dall’interno dell’area di rigore (9) di tutti in Serie A TIM. «Pellissier a fianco di Inglese o solo lui prima punta? Valuto molte cose, è stata una settimana particolare, per cui tengo aperta ogni soluzione per vedere che succederà».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK