Juventus
    28.09.2016 00:52 - in: Champions League S

    Dinamo Zagabria-Juventus, nomi e numeri del giorno dopo

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Riviviamo la partita di ieri sera attraverso le statistiche post match

    Sono tante, e tutte positive, le chiavi di lettura del match di ieri sera.
    Intanto, come sempre, la fotografia arriva dai numeri globali della serata:

    NUMERI

    Il 4-0 maturato al Maksimir è la vittoria più netta della Juve in Europa dal novembre 2012 vs Nordsjælland. Ed è arrivata, come tutti o quasi hanno affermato nel post partita, con un match controllato dall’inizio alla fine. Lo conferma il dato del possesso palla, 72%: il piu’ alto per i bianconeri in Champions League dal 2004 ad oggi.

    Inoltre, un’altra statistica confortante vede i bianconeri imbattuti nel girone per il secondo anno di fila nelle prime due partite, dato che deve essere un buon viatico per la prossima insidiosa trasferta di Lione a Ottobre.

    Ma tornando a ieri, colpisce anche la concretezza dei bianconeri, che hanno colpito tre volte con i pimi tre tiri nello specchio della partita.

    Ben 775 i passaggi dei bianconeri, ma abbastanza in equilibrio i contrasti (18-15), dato che come faceva notare Mister Allegri ieri sera può in realtà celare un giro palla non perfetto specialmente nella ripresa.

    Tornando però alla concretezza e alla capacità di colpire, da segnalare i 16 cross a 5 e addirittura le 23 giocate utili in area avversaria, contro solo 3 dei nostri avversari.

    NOMI

    I nomi, ineviutabilmente, sono su tutti 4: il primo è quello di Pjanic, autore in solo un tempo di un gol e un assist. Miralem non segnava in Champions League dal novembre 2015 e per la terza volta in Europa ha sia segnato che fatto segnare.

    Il secondo, Gonzalo Higuain: ha segnato cinque gol in cinque partite da titolare in questa stagione (campionato + coppa). Inoltre non andava in gol in trasferta in Champions dal 2011 (Ajax-Real Madrid 0-3), 1756 giorni fa.

    E poi il ritorno al gol di Dybala, dopo sette partite:  due tiri nello specchio e tre sponde, oltre ovviamente a una rete, pazzesca.

    Infine, ancora una volta, grande qualità e quantità per Dani Alves: 95 passaggi positivi (su 123 palloni), 5 occasioni create e tre contrasti vinti.

    Per vedere meglio, giocatore per giocatore, come si sono mossi i bianconeri in campo, utilizzate  questa grafica interattiva:

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK