Juventus
    28.03.2016 19:57 - in: Primavera S

    Emozioni a Viareggio, Juve in Finale!

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Vittoria ai calci di rigore (a oltranza) contro lo Spezia. Decide il penalty di Severin

    Una cosa è certa: la Primavera, al Viareggio, andrà fino in fondo. I bianconeri disputeranno infatti mercoledì l’atto finale della Viareggio Cup contro il Palermo, mercoledì alle 15 a Viareggio, grazie alla vittoria ai calci di rigore in semifinale contro lo Spezia. Per i bianconeri, che hanno vinto il torneo 8 volte, sarà la quattordicesima finale.

    Ma andiamo per ordine: è un match dalle emozioni altalenanti quello del “Picco” di La Spezia: nel primo tempo è la squadra di casa a creare più di un grattacapo a del Favero, anche se in verità l’occasione più clamorosa arriva al 13’ sui piedi di Vadalà, che solo davanti al portiere spezzino trova solo l’esterno della rete.

    Quando sembra che si debba andare al riposo con il punteggio di 0-0, passa lo Spezia, su azione di contropiede: Okereke taglia l’area da sinistra, sul pallone arriva Filipovic che insacca da pochi passi. Uno a zero.

    Nella ripresa la Juve reagisce in modo veemente, e nel giro di pochi minuti opera un grande sorpasso. Prima, al 13’, Lirola riceve sul secondo pallo un bel taglio di Beruatto e calcia in rete da distanza ravvicinata. Poi, cinque minuti dopo, ancora Lirola protagonista con un cross da destra, che Schiattarella devia nella sua porta.

    La Juve, operato il sorpasso, tenta di opporsi agli ultimi tentativi dello Spezia, che riesce a pareggiare proprio in pieno recupero, con un gol di tacco da calcio d’angolo di Maggiore.

    Si va ai rigori, e anche in questo caso la sfida mantiene un incredibile equilibrio: nonostante i primi tre rigori dei bianconeri (di Bove, Morselli e Blanco Moreno) vengano respinti dal portiere dello Spezia, la Juve resta lì, porta la sfida a oltranza e all’ultima serie opera il sorpasso: Del Favero si oppone a Badiali, e Severin segna il penalty decisivo: la Juve è in finale.

    «Una partita strana, a tratti abbiamo fatto quello che sappiamo fare, in molte fasi della partita però siamo stati tesi e contratti, ma siamo ragazzi, ci sta – così Mister Grosso a fine partita - Ci meritiamo questa finale, siamo molto contenti: il nostro obiettivo è la crescita di un gruppo di ragazzi con grande qualità, ma adesso vogliamo andare avanti e concludere al meglio questo torneo».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK