Juventus
    Juventus
      28.02.2016 23:23 - in: Serie A S

      I complimenti ai ragazzi del Mister

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Allegri ha parlato di una partita ammirevole sotto il piano tecnico e quello caratteriale: Juve-Inter.

      Dopo un dispendio fisico e psicologico come quello di martedì, non era certo facile rituffarsi con questa fame di vittoria in campionato. Ed è proprio per questo, secondo il tecnico Allegri, che il successo di stasera ha un valore particolare.

      «Voglio fare i miei complimenti ai ragazzi per l’ammirevole partita sotto il piano tecnico, soprattutto nel primo  tempo. Venivamo da un martedì molto intenso contro il Bayern che ci ha creato difficoltà. L’Inter è una squadra tosta, e può lottare ancora per il terzo posto. Ora però non finisce qui, ci sono altre squadre che inseguono. Mercoledì dobbiamo cercare di prendere questa finale di Coppa Italia visto che siamo ad un passo».

      Già perché il prossimo match riserva ancora i nerazzurri come avversari, ma in una competizione diversa: la Tim Cup, di cui la Juve è detentrice. «Siamo ancora in lotta su tutte e tre le competizioni: per giocare la finale di Coppa Italia dovremo fare risultato a Milano».

      Proprio da San Siro e proprio contro la formazione milanese è partita la riscossa della Signora, stando al mister. «La prestazione contro l’Inter è stata importante, all’andata: era una squadra che andava a mille allora».

      Questa volta «siamo stati bravi a dare velocità alla palla: a volte ci siamo riusciti, a volte invece loro lo sono stati a chiuderci gli spazi. Ma l’importante era portare a casa la vittoria, ed i ragazzi sono stati veramente bravi»

      «La partita alla fine andava gestita: le forze venivano meno dopo il dispendio fisico e nervoso di martedì e l’Inter stava tornando. In quel momento bisognava calmare le acque e stoppare la partita».

      Determinante anche questa sera è stato Alvaro Morata, subentrato dalla panchina, così come lo stesso spagnolo e Sturaro per esempio contro il Bayern. «Finora chi è entrato ha sempre determinato la partita: è una regola del gruppo», ha commentato in merito il mister.

      "A fine stagione ci saranno giocatori che hanno giocato 40 partite e altri 10, ma quelli che giocano meno sono quelli che alla fine ti fanno vincere il campionato. I ragazzi vincono tutti insieme"

      Massimiliano Allegri

      E domani, il tecnico toscano terrà un occhio sulla gara del Napoli? «Intanto speravo nella nostra vittoria di stasera per rimanere in testa al campionato», la risposta di Allegri. «Ci rimangono due scontri diretti, ovvero contro Fiorentina e Milan, ma mancano ancora 11 partite ed un tot di punti [prima di cantar vittoria]».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK