Juventus
    28.01.2016 00:03 - in: Coppa Italia S

    I numeri di una splendida serata

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Come sempre, nulla di meglio dei dati post partita per rileggere, a mente fredda, la vittoria di ieri sera allo Stadium

    Solida, letale, precisa, magnifica... Scegliete voi l’aggettivo che preferite per la Juve di ieri sera (e non solo): un aiuto può arrivare dalle statistiche legate al match contro l’Inter.

    I dati generali del match

    È una Juve, quella vista contro l’Inter, che ha costruito la vittoria non tanto con il possesso palla (43%), quanto con la gestione e la capacità di creare pericolo (14 tiri a 6 in totale, 11 cross a 8) e di gestire meglio i palloni (101 quelli persi contro il 113 dei nerazzurri, 59 recuperi a 47). Ma vediamo i numeri più nel dettaglio:

    La grande notte di Alvaro

    Non solo il ritorno al gol, che mancava da ottobre, ma la seconda doppietta in bianconero per lo spagnolo, che aveva messo a referto due reti solo nel 7-0 contro il Parma (novembre 2014). E inoltre, tre tiri nello specchio, tre tiri fuori, due cross. Una serata di altissimo livello.

    Che solidità...

    Quello di Felipe Melo al 10’ è stato il primo tiro nello specchio subito dalla Juventus in questa Coppa Italia (dopo 190 minuti). Un dato che la dice lunga sulla solidità difensiva della Signora, ieri sera e in tutta la competizione. Non a caso, fra le quattro squadre ancora in corsa, l’unica a non avere subito reti è proprio la Juve (quelli di ieri sera sono stati i primi tre gol subiti dai nerazzurri, unici imbattuti finora insieme ai bianconeri).

    Cuadrado, instancabile e decisivo

    Ha subito sette falli, Juan Cuadrado. Un dato, in questa fase della Coppa Italia, superato solo da Catellani in Roma-Spezia (otto). Se si legge attentamente questo numero, si nota quanto Juan sia stato decisivo: nell’azione del rigore c’era lui. In quella dell’espulsione di Murillo anche. E poi due tiri respinti, tre contrasti vinti, altrettanti dribbling positivi, 63 palloni giocati.

    Il muro difensivo

    Si diceva della difesa bianconera e dei palloni giocati: basti pensare che Bonucci ne ha distribuiti 61, Chiellini solo 3 di meno. Giorgio ha però effettuato ben 10 lanci positivi, mentre fra tutti e due hanno intercettato sette palloni. Bene anche Caceres: 4 recuperi, 3 lanci e 33 passaggi positivi per lui.

    Dulcis in fundo…

    E poi lui, fortissimamente lui. Paulo Dybala. Ancora in gol, ancora dispensatore di gioie per i tifosi bianconeri. Quindicesima rete stagionale per lui, che ha anche fornito sette assist. In 30 partite: una media spaventosa. E come se non bastasse, stasera è entrato al minuto 32: sette giri di lancette dopo era impegnato a esultare per la rete che, di fatto, ha chiuso il match.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK