Juventus
    25.04.2016 16:45 - in: Serie A S

    I numeri di uno Scudetto da leggenda

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Record, primati di squadra e personali, vittorie e, soprattutto, una cavalcata straordinaria: ecco perché We Made Hi5tory

    Uno Scudetto del genere non si era forse mai visto. Mettete insieme questi ingredienti e capirete il perché: una squadra completamente rinnovata, un avvio complicato, una cavalcata pazzesca. Aggiungete che quello che abbiamo appena vinto è uno Scudetto indimenticabile, perché completa il secondo Quinquennio della storia bianconera, e capirete perché i nostri ragazzi hanno scritto una pagina di storia. Anzi, diciamolo pure: di leggenda.

    Iniziamo da una domanda: perché questo Scudetto è così incredibile?
    Intanto, perché nessuna squadra nella storia della Serie A ha vinto lo Scudetto dopo aver raccolto un solo punto nelle prime 3 partite giocate, e dopo averne raccolti 12 dopo 10 giornate di campionato. Inoltre, solo due squadre avevano vinto in passato il Tricolore dopo aver perso la prima giornata di campionato: il Toro, nelle stagioni 42/43, 75/76 e proprio la Juve, durante il primo Quinquennio (1932/33) e poi nel 1974/75. Infine, da segnalare che la Juventus è la prima squadra dell’ultimo decennio in Serie A a vincere il campionato senza essere stata campione d’inverno.

    I record di squadra

    Veniamo a un secondo punto: i record messi a segno dalla Signora in questa stagione.
    La Juve non ha subito gol per 10 gare consecutive di campionato (mai nessuno ci era riuscito in Serie A), inoltre, ha ottenuto 72 punti sui 75 nelle ultime 25 giornate, record di punti in Serie A, prendendo in esame questo intervallo di partite. Con la sfida contro la Lazio, i bianconeri hanno anche stabilito il loro record di partite interne consecutive senza subire gol: quello precedente era di otto, adesso siamo a nove e ci sono ancora due sfide allo Stadium da giocare. Infine i bianconeri hanno stabilito negli scorsi mesi il loro record di vittorie consecutive in una singola stagione, 15.

    I record personali

    Ci sono i record di squadra, e quelli personali: analizziamoli.

    Paul Pogba ha finora messo a referto il suo record di assist in carriera in un campionato (11) ed eguagliato quello di gol in campionato (8); inoltre il francese mai ha tirato così tanto verso la porta (114 volte) e nello specchio (36) in una stagione.

    Primati personali anche per Paulo Dybala: la Joya ha messo a segno 16 reti, mai così tante in Europa, e soprattutto ha contribuito a creare ben 69 occasioni da rete.

    Se ci soffermiamo sugli assist, non vanno dimenticati i sei di Morata e i tre di Alex Sandro: per lo spagnolo e il brasiliano si tratta di record personale (per Alex Sandro ci riferiamo a campionati europei).

    Ovvio, però, che se parliamo di record personali, non possiamo che alzarci in piedi ancora una volta e celebrare il primato di Gianluigi Buffon, che rimanendo imbattuto per 973 minuti in questo campionato ha stabilito il record per un portiere in Serie A. E se non vi basta, aggiungiamo una chicca extra campionato: Gigi ha disputato la sua gara numero 90 in Champions League in maglia bianconera, diventando il bianconero più presente di tutti. Una leggenda vera.

    Il nostro Mister

    Massimiliano Allegri ha vinto il suo terzo Scudetto da allenatore in A: entra così nella top 10 dei tecnici più scudettati dopo Trapattoni (7), Capello e Lippi (5), Carcano e Felsner (4) e al pari di Conte (3), Garbutt (3), Herrera (3), Mancini (3), Weisz (3). Inoltre, Allegri è il settimo allenatore della Juventus a vincere due scudetti consecutivi dopo Trapattoni, Lippi, Carcano, Conte, il binomio Cesarini-Parola e Vycpalek.

    Altri record possibili

    Abbiamo vinto lo Scudetto, ma la stagione non è ancora finita: ecco perché ci sono ancora record che i bianconeri possono portare a casa, per rendere la stagione ancora più leggendaria.

    Intanto, la porta bianconera è rimasta imbattuta finora per 20 volte: il record è di 22 gare, nel 2013/14, mentre quello personale di Buffon è 21, nella stagione 2011/2012

    La Juventus ha subito solo 17 gol finora. Il primato in un campionato italiano a 20 squadre è di 20 reti subite proprio dalla Juventus 2011/12: aggiungiamo comunque che mai i bianconeri dopo 34 giornate avevano incassato così pochi gol.

    E infine, se vincesse tutte le partite da qui alla fine, la Juventus metterebbe a referto 55 punti nel girone di ritorno, record per un singolo girone di Serie A.

    Le curiosità

    Volete sapere quali sono le partite in cui sono stati segnati più gol, subiti meno tiri, messi a segno più passaggi? Continuate a leggere:

    Partita con più gol e con maggiore scarto: Udinese-Juventus 0-4, Chievo-Juventus 0-4 e Juventus-Palermo 4-0.

    Partita con più tiri da parte dei bianconeri: Juventus-Frosinone (36 per i bianconeri)

    Partita con più tiri nello specchio: Chievo-Juventus e Atalanta-Juventus (10)

    Partita con maggior possesso palla: Juventus-Atalanta (69,6%)

    Partita con meno tiri subiti: Juventus-Bologna (2)

    Partite con meno tiri subiti nello specchio: Frosinone-Juventus, Palermo-Juventus, Juventus-Atalanta e Genoa-Juventus (tutte a 0). A proposito: questo è un altro primato in campionato (i quattro match senza subire tiri), condiviso con Napoli e Fiorentina

    Partita con più passaggi effettuati: Chievo-Juventus (725)

    Partita con più cross su azione: Juventus-Udinese (34)

    Partita con più dribbling riusciti: Juventus-Frosinone (28)

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK