Juventus
    25.01.2016 00:13 - in: Serie A S

    Juve-Roma, parola… ai numeri

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Undicesima vittoria consecutiva, statistiche che non lasciano spazio a dubbi: la Juve ha vissuto un’altra grande serata

    «Importante e complicata». Così aveva definito la partita Mister Allegri in conferenza stampa pre partita. E così è stato: una vittoria fondamentale, al termine di un match difficile. 54% il possesso palla dei bianconeri, che però hanno tirato undici volte a due verso la porta romanista. E forse la chiave di volta del match sta proprio qui.

    Prima di proseguire con le statistiche, uno sguardo alla totalità dei dati delle due formazioni:

    Va detto che, parlando dei nostri avversari, solo contro il Torino (zero) avevano effettuato meno tiri (inclusi respinti) nel primo tempo di questo campionato che contro la Juventus (due) e solo contro il Napoli (0) la ha fatto meno tiri nello specchio (uno solo ieri). Poi c’è il quarto d’ora fatale (e vincente per la Juve): la Roma ha concesso 10 reti negli ultimi 15 minuti di gioco in questo campionato, solo il Frosinone (11) ne ha subiti di più.

    Ma veniamo alla Signora, che si conferma “bestia nera” per Luciano Spalletti, che ha perso 16 delle 19 partite di Serie A contro la Juventus e non è mai riuscito a battere i bianconeri in campionato (tre pareggi).

    Parlando dei precedenti di Juve-Roma, da aggiornare il conteggio: con quella di ieri, da registrare la quinta vittoria nelle ultime cinque sfide di Serie A giocate in casa contro la Roma. Più in generale, bianconeri a segno in tutti gli ultimi 13 confronti a Torino con i giallorossi, 27 le reti segnate nel parziale. In queste 13 partite sotto la Mole la Roma ha vinto solo una volta: il 23 gennaio 2010 per 2-1. Nove vittorie dei bianconeri e tre pareggi completano questo parziale.

    E poi, il dato più importante di tutti: 11 vittorie consecutive per la Juventus; in un singolo campionato i bianconeri non ci riuscivano dal gennaio 2014 (12 in quel caso). Questo anche grazie alla difesa:  La Juventus vanta il secondo miglior reparto arretrato della Serie A con 15 gol subiti, alle spalle dell’Inter (14).

    Un grande reparto arretrato, certo, ma da questa mappa interattiva potete vedere come tutta la squadra si è mossa in campo:

    Parlando di singoli, come non parlare del “Hombre del Partido”, Paulo Dybala: 19 gol dei 38 in campionato della Juve hanno visto la partecipazione attiva della Joya, 12 reti e 7 assist. Tradotto, il 50%. Inoltre il numero 21 ha segnato sei gol nelle ultime sette presenze in campionato, fornendo anche quattro assist nel parziale – l’argentino è andato a segno nelle ultime tre sfide contro la Roma in Serie A.

    Ancora sui singoli: da notare che Evra ha tirato in porta quanto la Joya (due volte), e che Barzagli è tornato, e si nota: 118 tocchi di palla, 97 passaggi positivi per lui. Un dato impressionante. E poi, i 4 cross e le 3 occasioni create da Pogba, i 4 palloni intercettati e i 3 contrasti vinti da Marchisio. E le zero parate di Buffon.

    La conseguenza è una sola: l’undicesima vittoria consecutiva.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK