Juventus
    Juventus
      25.01.2016 16:46 - in: Coppa Italia S

      Quando il Derby d’Italia è spettacolo in Coppa

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Non sarà quella di mercoledì la prima semifinale fra bianconeri e nerazzurri. La storia racconta di altri precedenti da ricordare

      Partiamo da un dato statistico generale: sono 29 i match di Coppa Italia giocati fra bianconeri e nerazzurri, tredici le vittorie della Juve e 7 i pareggi. Se si focalizza l’attenzione sui precedenti a Torino, il numero totale scende a 12, con 6 vittorie juventine (e 19 gol realizzati, più di uno e mezzo a partita).

      Riviviamo insieme alcune di queste partite.

      1938: in Semifinale, in vista della “Prima”

      Sono Tomasi e Foni i marcatori della semifinale del 1938. Si gioca allo Stadio Mussolini di Torino il 21 aprile. La Juve segna all’Inter (all’epoca Ambrosiana Inter) un gol per tempo, rispettivamente al 36’ e all’85 su rigore, guadagnandosi l’accesso alla finale nella quale sconfiggerà il Toro, alzando la sua prima Coppa Italia

      1959-1965: arriva la Coppa!

      Juve-Inter, o meglio, in questo caso, Inter-Juve, è anche stata una Finale di Coppa Italia: è accaduto a San Siro nel 1959, e la Juve ha letteralmente strapazzato i nerazzurri. Charles, la doppietta di Cervato e Sivori siglano un poker interrotto solo dal gol della bandiera di Bicicli. La Juve alza a Milano la sua terza Coppa Italia. Replay, stavolta a Roma, nel 1965: stavolta la Juve vince 1-0 con una rete di Menichelli. Una rete che vale la quinta Coppa

      1973 e 1975: quanti gol!

      In quelle edizioni della Coppa si disputa una sorta di “girone finale”, nel quale la Juve incrocia l’Inter per due anni su tre: da mettere a referto un 4 -2 in rimonta datato 27 giugno 1973 e firmato Causio, Longobucco e Anastasi (doppietta per lui) e soprattutto un 6-2, due anni dopo, ancora con due reti di Anastasi, altrettante di Viola, e poi Scirea e Cuccureddu.

      La semifinale del 1983

      Stadio Comunale, 11 giugno 1983: dopo 10 minuti la qualificazione sembra in cassaforte per i bianconeri, che passano con un autogol di Baresi su tiro di Platini e con il raddoppio di Galderisi (minuti 5 e 8). Ma non è così: l’Inter reagisce e con una rete di Bini nella ripresa riapre il discorso, anche perché Zenga para un rigore a Paolo Rossi. Tutto rimandato alla partita di ritorno in cui i bianconeri manterranno uno 0-0 decisivo per l’accesso alla finale: quell’incredibile doppia finale contro il Verona (0-2 e poi 3-0 al ritorno per la Juve a Torino) che significherà settima Coppa Italia.

      Per tre volte nei quarti di finale

      Ricordiamo anche tre episodi nei quali Juve-Inter ha significato anche l’accesso alla semifinale. È accaduto per due stagioni consecutive, 1978/79 e 1979/80, e nel 1991/92. Andando per ordine: il 25 aprile ’79 la Juve batte 3-1 i nerazzurri al Comunale, con reti di Tardelli, Brio e Causio. In mezzo, il provvisorio 2-1 di Altobelli. Al ritorno, a San Siro il 9 maggio, l’Inter non andrà oltre l’1-0 (autorete di Furino al 70’). In quella stagione, battendo Catanzaro e Palermo i bianconeri vinceranno la loro sesta Coppa. Pochi mesi dopo è remake: la Juve si impone a Milano all’andata con Prandelli e un’autorete di Occhipinti; lo 0-0 del Comunale al ritorno varrà l’accesso a una nuova semifinale. Infine ci sono i quarti del 1991/92: Di Canio, al 47’, rompe l’equilibrio del match di andata giocato al Delle Alpi il 12 febbraio 1992. Al ritorno Ciocci (minuto 79) manda le squadre ai supplementari, nei quali si scatena Roby Baggio, autore di 2 reti.

      2004: ai calci di rigore

      Nella semifinale del 2004 l’equilibrio fra Juventus e Inter è massimo: 2-2 all’andata, identico punteggio al ritorno. Saranno necessari i tiri dal dischetto per determinare la finalista, ma andiamo per ordine.
      Andata a Torino il 4 febbraio: le firme sono due: Adriano e Di Vaio, che con due doppiette fissano lo score. Passa in vantaggio due volte l’Inter, prima al 3’ e poi al 33’, ma la Juve rimette in equilibrio il match, al 7’ prima e al 70’ poi. Il match è molto divertente, con pali e traverse da entrambi i lati: un 2-2 che lascia tutti i discorsi aperti al ritorno di San Siro.

       

      Passano 8 giorni e le squadre si ritrovano a Milano: apre le marcature ancora Adriano, poi si scatena la Juve con Del Piero (40’) e Tudor (78’). Quando sembra che la qualificazione sia a un passo, Adani al 95’ segna il punto del 2-2. Si va ai supplementari e ai rigori: passa la Juve, con un solo gol di vantaggio. I marcatori dei penalty: Del Piero, Maresca, Nedved, Legrottaglie, Miccoli.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK