Juventus
    Juventus
      14.09.2016 17:59 - in: UEFA Youth League S

      Primavera, tre punti all'ultimo respiro

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      La Juventus di Fabio Grosso batte 2-1 il Siviglia all'esordio in Youth League: apre le marcature Kean, Bove su punizione chiude i conti all'ultimo secondo

      Non poteva cominciare meglio l'avventura in UEFA Youth League per la Juventus Primavera di Fabio Grosso, che batte 2-1 all'ultimo respiro il Siviglia di Agustín López Páez, conquistando i primi tre punti nel Gruppo H della competizione. Una vittoria maturata proprio sul triplice fischio, con la punizione vincente di Gabriele Bove, quando ormai la partita sembrava destinata al pareggio, in seguito al vantaggio firmato da Kean nella prima frazione di gioco e alla rete del provvisorio 1-1 messa a segno da Mena al 53'.

      Dopo un inizio equilibrato, con le due squadre che si studiano reciprocamente, emergono i bianconeri intorno al quarto d'ora: prima ci prova Leris con un destro dal limite, spedendo il pallone alto; poi è Kean a raccogliere un bel pallone di Macek guadagnandosi un calcio d'angolo sulla chiusura di Camacho. Sugli sviluppi del corner, ci prova Beruatto dal vertice destro dell'area, ma la sua conclusione termina a lato.

      Al 28', poco dopo un'interessante azione bianconera orchestrata da Macek (cross interessante spazzato dalla difesa), è il Siviglia a rendersi pericoloso trovando il palo con il destro da distanza ravvicinata di Mena, all'esito di un'azione di contropiede. La Juve risponde immediatamente con un rasoterra di Kastanos, smorzato dalla difesa, ma soprattutto con una grande intuizione del cipriota, che, al 35', lancia benissimo in verticale Kean, bravo ad insaccare con un fendente angolato che batte l'estremo difensore andaluso Juan Soriano, portando la Juve in vantaggio per 1-0. Sul finale della prima frazione, poi, su un contropiede ospite, decisivo il gran recupero del difensore bianconero Vogliacco, che riesce a deviare sul fondo la conclusione potente di Mena.

      In avvio di ripresa, al 53', arriva il pareggio del Siviglia: cross teso in area sul quale si avventa Mena per il tap-in, palla che rimbalza sul lato interno della traversa e si insacca portando il risultato sull'1-1. Risponde subito la Juve, ancora con Kastanos che lancia Kean in velocità, trovando la chiusura di Pozo.

      Al 59', doppio cambio tra i bianconeri, con mister Grosso che richiama Severin e Touré, dando spazio a Bove e Mosti. In campo c'è molto equilibrio, ma la Juve prova a farsi vedere soprattutto sulla destra, sfruttando la velocità di Beruatto: è da una sua combinazione con Leris al 67' che arriva un cross interessante, spazzato dalla difesa andalusa. Poco dopo è Mosti a cercare Kean dalla sinistra, ma il pallone sorvola l'area troppo alto per la testa dell'attaccante classe 2000.

      Il Siviglia si rende pericoloso al 71': rasoterra angolato di Pérez sul quale Del Favero si fa trovare pronto, deviando in angolo. Al 79' arriva il terzo cambio bianconero, con Vogliacco che lascia spazio al compagno di reparto Coccolo al centro della difesa. La Juve spinge e al minuto numero 83 va vicinissima al vantaggio: Kastanos si invola sulla sinistra e incrocia per l'accorrente Leris, che manca di pochissimo l'aggancio in scivolata a porta spalancata. Poco dopo è Bove a pennellare un bel cross in area, anticipato da Camacho.

      Le ultime emozioni della partita arrivano a tempo scaduto: prima il Siviglia si fa vedere dalle parti di Del Favero con Pozo, trovando la respinta dell'estremo difensore bianconero; poi è il bianconero Macek a concludere alto sopra la traversa, raccogliendo un cross di Rogerio; infine ancora gli ospiti con Pozo, che impegna il numero uno della Juve. Quando ormai sembra tutto finito, al 96', ecco il colpo di scena: calcio di punizione dal limite per la Juventus, sul pallone va Bove che, con personalità, pennella di destro e insacca all'incrocio dei pali, per la rete del definitivo 2-1 che fa esplodere di gioia la panchina e il pubblico bianconero.

      I giovani della Primavera, archiviati i primi tre punti, torneranno in campo, per la seconda giornata del Gruppo H di Youth League, mercoledì 27 settembre a Zagabria contro la Dinamo, oggi sconfitta 2-0 dal Lione nell'altra sfida del girone.

      UEFA Youth League – Group Stage – Group H – Match Day 1

      Juventus Training Ground di Vinovo (To).

      JUVENTUS – SIVIGLIA 2-1

      MARCATORI: 34’ pt. Kean (J), 7’ st. Mena (S), 50’ st. Bove (J).

      Juventus: Del Favero, Beruatto, Severin (14’ st. Mosti), Vogliacco (34’ st. Coccolo), Rogerio, Macek, Muratore (Cap.), Kastanos, Leris, Toure (14’ st. Bove), Kean.

      A disposizione: Marricchi, Morselli, Semprini, Caligara.

      Allenatore: Fabio Grosso.

      Siviglia: Juan Soriano, Capilla Garzon, Eliseo, Berrocal Gonzalez, Genaro, Perez, Espinar Lerida (4’ st. Viedma), Mena (Cap.) (23’ st. Pliego Mantero), Charaf (35’ st. Adrian), Pozo, Camacho.

      A disposizione: Jaen, Ortiz Contreras, Vazquez Lopez, Arias Jimenea.

      Allenatore: Agustin Lopez Paez.

      Ammoniti: 24’ pt. Severin (J), 46’ st. Bove (J), 38’ pt. Espinar Lerida (S), 14’ st. Berrocal Gonzalez (S), 15’ st. Mena (S), 43’ st. Pliego Mantero (S).

      Altra gara del Girone:

      Lione – Dinamo Zagabria 2-0

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK