Juventus
    Juventus
      28.01.2017 11:30 - in: Serie A S

      #SassuoloJuve: Match Preview

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Precedenti, protagonisti, curiosità e #OppositionWatch: avviciniamoci alla sfida del Mapei Stadium

      Domani alle 15.00 al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia, la Juventus torna in campo: gli avversari saranno i padroni di casa del Sassuolo, per l'ottavo confronto totale tra i due club, tutti in campionato.

      PRECEDENTI E STATO DI FORMA

      La Juve è la squadra che ha battuto più volte il Sassuolo in Serie A: cinque successi nei sette precedenti, con 13 reti segnate e quattro subite. Al Mapei Stadium, il bilancio è di un successo per parte, oltre a un pareggio. 

      3-1 in favore della Signora il risultato della gara di andata, lo scorso 10 settembre 2016 allo Stadium: doppietta di Higuaín e sigillo di Pjanic, con la rete ospite firmata Antei.

      I ragazzi di Allegri arrivano a Reggio Emilia da primi della classe, con 48 punti in 20 giornate (i Bianconeri devono ancora recuperare il match contro il Crotone), una lunghezza di vantaggio sulla Roma. Il Sassuolo, invece, è attualmente in 14° posizione con 24 punti, frutto di sette vittorie; tre pareggi e 11 sconfitte.

      La formazione di Di Francesco è in ripresa, con sette punti nelle ultime tre giornate, dopo averne totalizzati soltanto cinque nelle precedenti dieci partite. Due terzi dei punti del Sassuolo (16 su 24) sono stati raccolti al Mapei.

      Una curiosità: la Juve non pareggia da 32 giornate in Serie A e ha già eguagliato quella che era finora la striscia più lunga, ottenuta dal Como tra dicembre 1950 e ottobre 1951. Qualora la sfida del Mapei non si concludesse con un segno X, sarebbe in assoluto la striscia più lunga senza pareggi nella storia della Serie A.

      LE STATISTICHE

      Dopo il Cagliari (18%), sono proprio Sassuolo (17,7%) e Juve (17,5%) i club di Serie A con la più alta media realizzativa. Tra l'altro, i neroverdi hanno colpito nove legni finora in campionato: soltanto la Sampdoria (dieci) ne ha centrati di più.

      La formazione di Di Francesco subisce, comunque, un buon numero di conclusioni: nelle ultime 13 giornate di campionato, i neroverdi ne hanno concesse sempre almeno 14, mentre questo alla Juve è accaduto soltanto in due partite in tutto il torneo.

      Una curiosità: i Bianconeri sono quelli che hanno segnato più gol nei primi quarti d'ora di gioco (nove), mentre il Sassuolo è la squadra che nello stesso periodo ne ha subiti di più (otto). Non solo: la Juve ha vinto 16 delle 17 partite in cui è andata in vantaggio, mentre la formazione emiliana è quella che, in Serie A, ha perso più partite dopo essere andata avanti (quattro, come il Palermo).

      Complessivamente, la Juve è la squadra che è stata per meno tempo in svantaggio (202 minuti) per più minuti in posizione di vantaggio (860 minuti).

      FOCUS ON

      Saranno tre gli ex di giornata tra i neroverdi. Innanzitutto Alessandro Matri, che ha giocato nella Juventus dal 2011 al 2013, oltre a una parentesi nel 2015, vincendo tre Scudetti e segnando 27 gol in 74 partite di Serie A. Nelle ultime due giornate, è reduce da due doppiette consecutive con la maglia del Sassuolo.

      Ex bianconeri anche Federico Peluso (21 presenze e un gol da gennaio 2013 al 2014) e Alberto Aquilani (33 presenze e due gol nella stagione 2010/2011). E' in prestito dalla Juve, ma non ha mai esordito in Prima squadra, il giovane difensore Pol Lirola, che non sarà della partita, in quanto infortunato.

      Negli emiliani, Domenico Berardi non trova il gol in Serie A dallo scorso 28 agosto 2016, giorno dell'infortunio che l'ha tenuto a lungo lontano dal campo: nell'ultima gara casalinga, però, ha collezionato due assist vincenti contro il Palermo. A secco da sette giornate anche Gregoire Defrel, peggior striscia in campionato per il francese da gennaio 2016.

      Tra i Bianconeri, Gonzalo Higuain ha segnato due doppiette consecutive nelle ultime due sfide al Sassuolo e arriva a Reggio Emilia reduce da cinque giornate consecutive a segno: l'ultimo juventino ad aver segnato per così tante gare di fila in campionato è stato David Trezeguet nel 2005 (Trezegol arrivò a nove). Tra i marcatori con più di 30 conclusioni tentate (respinte escluse), il Pipita è quello con la più alta percentuale realizzativa (31,1%).

      Per Paulo Dybala, due gol nelle ultime tre giornate: La Joya cerca il gol lontano dallo Stadium, che gli manca dallo scorso mese di ottobre contro l'Empoli. Due reti e quattro assist, invece, per Miralem Pjanic, negli ultimi quattro match giocati in carriera contro il Sassuolo.

      In 15 presenze stagionali in campionato, Juan Cuadrado ha già collezionato quattro assist vincenti, uno in meno di quanto avvenuto nel 2015/2016, in 28 presenze.

      Una curiosità: contro il Sassuolo è arrivato il primo gol in Serie A di Tomas Rincon, con la maglia del Genoa il 22 novembre 2015.

      Massimiliano Allegri ha conquistato sulla panchina del Sassuolo una promozione in dalla C1 alla Serie B nella stagione 2007/2008. Da allenatore in Serie A, il tecnico bianconero è a caccia della sua prima vittoria al Mapei Stadium.

      #OPPOSITIONWATCH: COME GIOCA IL SASSUOLO

      Il modulo adottato da mister Di Francesco per il suo Sassuolo è il 4-3-3, che troveremo con ogni probabilità riproposto domani pomeriggio al Mapei contro la Juventus.

      Davanti all'estremo difensore consigli Consigli vedremo, con ogni probabilità, il duo di centrali composto da Letschert (Cannavaro l'alternativa) e Acerbi, con Antei sulla destra e Peluso sulla sinistra in posizione di terzini.

      A centrocampo dovrebbe trovare posto Aquilani, affiancato da Pellegrini e uno tra Mazzitelli e Sensi, con Duncan come alternativa.

      Fulcro dell'attacco dovrebbe essere Matri, in vantaggio su Defrel, con Berardi e Politano ad agire rispettivamente alla destra e alla sinistra del tridente.  

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK