Juventus
    Juventus
      08.02.2017 20:07 - in: Match Report S

      A Crotone decidono Mario e Gonzalo

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Mandzukic e Higuain firmano le due reti che valgono il successo sui calabresi nel recupero della 18° giornata

      A Crotone, la Juve, non può permettersi altro se non la vittoria. L'occasione di tornare a più sette sulla Roma è troppo ghiotta e i bianconeri non la sciupano, pur non giocando il loro calcio migliore. A firmare il successo sono Mandzukic e Higuain, in una ripresa in cui la squadra di Allegri, decidendo di spingere sull'acceleratore, non ci mette molto a chiudere la gara.

      Come annunciato alla vigilia, il tecnico cambia qualche uomo, non il modulo. Così riecco Dani Alves e Rugani, Asamoah e Rincon, oltre a Pjaca, alla prima da titolare. Il copione prevede una gara a senso unico e viene rispettato, ma il Crotone gioca con notevole attenzione, si chiude bene e ai bianconeri serve pazienza per stanare i calabresi. Higuain e Dybala ci provano dal limite: uno non centra lo specchio, all'atro risponde Cordaz. I due argentini combinano alla mezz'ora e il Pipita, pressato, non trova la porta. Poco dopo, invece, indirizza bene il destro sull'assist di Dani Alves, ma Cordaz blocca.

      Il primo tempo non si può definire spumeggiante e l'occasione più ghiotta per i bianconeri arriva solo allo scadere: dopo la conclusione di Pjaca, respinta, quella di Dybala sembra decisiva, ma sulla linea c'è Ferrari pronto a ribattere.

      La gara è comunque un monologo che continua nella ripresa, in cui si vede una Juve ancora più aggressiva. Le difficoltà nascono dal dover giocare in trenta metri, perché il Crotone non si muove dalla propria tre quarto campo, ma a forza di insistere i bianconeri passano: al 15' Asamoah interviene di testa sul traversone di Dani Alevs, piazza il pallone nell'angolino e trova la respinta di Cordaz, ma sul pallone arriva Mandzukic che infila sotto il corpo del portiere il gol del meritato vantaggio.

      L'ingresso di Pjanic al posto di Khedira, dieci minuti dopo il gol, toglie fisicità, ma regala geometrie più precise ed è dal suo piede che si nasce l'azione del raddoppio: il bosniaco apre sulla sinistra per Asamoah, quindi ecco il tocco per Rincon e la verticalizzazione per Higuain, che controlla in area, evita l'uscita di Cordaz e piazza in rete il 2-0.

      La terza rete non arriva per un soffio:  al 40', Barzagli, in campo al posto di Dani Alves, pesca Pjanic in area, la cui girata quasi smonta la traversa, e un minuto dopo Higuian spara alto da buona posizione. Ci si può comunque accontentare dei due gol,  di una supremazia mai in discussione e soprattuto dei tre punti che riportano Roma e Napoli a sette e nove lunghezze di distacco. Un piccolo, ma prezioso capitale.

      CROTONE-JUVENTUS 0-2

      RETI:
      Mandzukic 15' st, Higuain 29' st

       

      CROTONE

      Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Mesbah; Sampirisi (25' st Acosty), Capezzi, Barberis, Stoian; Tonev (33' st Trotta), Falcinelli
      A disposizione: Festa, Viscovo, Claiton, Cuomo, Nalini, Martella, Dussenne, Simy, Sulijc, Kotnik
      Allenatore: Nicola

      JUVENTUS
      Buffon; Dani Alves (33' st Barzagli), Bonucci, Rugani, Asamoah; Rincon, Khedira (24' st Pjanic); Pjaca (44' st Sturaro), Dybala, Mandzukic; Higuain
      A disposizione: Neto, Audero, Lichtsteiner,  Benatia, Alex Sandro, Mattiello, Cuadrado
      Allenatore: Allegri


      ARBITRO: Valeri
      ASSISITENTI: Giallatini, Ranghetti
      QUARTO UFFICIALE: Carbone
      ARBITRI D'AREA: Guida, Di Bello

      AMMONITI: 20' st Bonucci

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK