Juventus
    Juventus
      05.11.2017 17:49 - in: Serie A S

      Allegri: «Bravi a non perdere la lucidità»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Il mister dopo Juve-Benevento: «Sembrava che il pallone non volesse entrare, ma i ragazzi non si sono innervositi e l'abbiamo ribaltata»

      Una vittoria importante, conquistata in rimonta, in un match «non semplice, per come si era messo». Massimiliano Allegri, al triplice fischio, fa i complimenti ai ragazzi e analizza una sfida in cui, a tratti, la porta è sembrata «stregata, con il pallone che sembrava non riuscisse proprio ad entrare».

      MOLTE PALLE GOL CREATE, POI...

      La Juve, però, ha mantenuto la lucidità: «Non si può certo dire che ci siano stati dei cali di attenzione nel primo tempo: siamo andati sotto nell'unico tiro subito su calcio di punizione, poi abbiamo creato molte palle gol senza innervosirci, riuscendo a ribaltare il risultato nel secondo tempo. A quel punto, forse, abbiamo concesso qualcosina di troppo in un paio di calci d'angolo, pensando che la partita fosse finita una volta andati in vantaggio»

      LE PRESTAZIONI DEI SINGOLI

      Un commento sulla prova dei singoli, partendo da Alex Sandro: «E' un valore importante per noi, così come tutti gli altri ragazzi: oggi ha fatto delle cose buone mentre in altre è stato ancora un pochino in ritardo, ma deve soltanto giocare con ordine e fare quello che sa fare».

      Su Dybala: «Paulo ha giocato tutte le partite: ci sono momenti in cui tutto va bene ed altri in cui qualcosa ti va meno bene, deve soltanto ritrovare un po' di condizione e brillantezza e lo farà al rientro dalla Nazionale».

      Infine, su Marchisio: «Claudio ha giocato una buona partita: neanche io pensavo potesse restare in campo per tutti i novanta minuti, invece sono molto contento di quello che ha fatto».

      «UN CAMPIONATO BELLISSIMO»

      Con il pareggio di Napoli ed Inter, la Juventus ora è ad un solo punto dalla vetta: «Il Napoli ha perso solo quattro punti, noi cinque di cui tre su due rigori sbagliati a fine partita. Sono cose che nel calcio possono capitare, non si può pensare di vincere sempre 3-0, a maggior ragione partite come questa. Il campionato dura 38 giornate e bisogna andare a buona velocità di crociera, evitando troppi sbalzi: Napoli, Roma, Inter e Lazio stanno facendo un ottimo cammino e se la giocheranno fino alla fine, è un campionato bellissimo».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK