Juventus
    Juventus
      28.04.2017 23:21 - in: Serie A S

      Allegri: «Serviva più cattiveria»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      «La Juve normalmente non prende gol alla fine del primo tempo e della partita... Dobbiamo capire che il campionato non è chiuso»

      Due gol subiti nei finali di tempo sono a dir poco inusuali per la Juventus, che normalmente concede ben poco agli avversari, specie negli ultimi minuti. E invece le reti di Conti e Freuler hanno privato i bianconeri di due punti preziosi e «sono state lo specchio della partita - commenta Allegri al termine della gara contro l'Atalanta - La Juventus non prende gol a tre secondi alla fine del primo tempo e alla fine della partita dopo averla ribaltata. Abbiamo fatto un bel secondo tempo, ma prima siamo andati avanti a corrente alternata e questo deve farci riflettere in vista di mercoledì, quando affronteremo una squadra simile all'Atalanta che palleggia poco e verticalizza rapidamente»

      IL CAMPIONATO NON È CHIUSO

      «Dobbiamo capire che il campionato non è ancora vinto – continua il tecnico - Abbiamo il Derby contro il Toro e lo scontro diretto con la Roma. Il discorso sarebbe stato chiuso avessimo vinto questa sera, ma non ci siamo riusciti. Mezzo passo falso salutare? Quando prendi i mezzi schiaffi reagisci e ti rialzi, quando vieni da un periodo in cui tutto va bene e si parla anche di triplete tendi a rallentare... Gol del genere li prendi quando la partita va in questo modo quando nel primo tempo non vinci un contrasto. Negli ultimi minuti avremmo dovuto avere più cattiveria e portare a casa il risultato perché avrebbe voluto dire lo scudetto. Ci arriveremo – conclude Allegri - ma serviranno altre partite».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK