Juventus
    Juventus
      11.01.2017 22:50 - in: Match Report S

      Avanti Signora!

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      La Juve raggiunge i quarti di Coppa Italia superando l'Atalanta per 3-2 con le reti di Dybala, Mandzukic e Pjanic

      La Juve fa il suo dovere e passa il turno in Coppa Italia superando un'Atalanta tosta, capace di riaprire una partita che dopo i gol di Dybala e Mandzukic nel primo tempo sembrava già abbondantemente chiusa. Nella ripresa invece i bianconeri si complicano un po' la vita, permettendo agli avversari di rifarsi sotto per due volte, inframmezzate dalla rete di Pjanic, ma nel finale ritrovano compattezza e chiudono la pratica.

      Che l'Atalanta non sia venuta a Torino in gita si capisce comunque già nei primi minuti: la squadra di Gasperini parte forte, con la discesa sulla destra e il diagonale di Grassi bloccato da Neto e cercando di sfondare per vie centrali, con Kurtic o Freuler che spesso provano ad accelerare partendo alle spalle dell'inedito centrocampo bianconero, formato da Rincon alla prima da titolare, Hernanes in regia e Marchisio, nuovamente mezz'ala.

      La Juve non ci mette comunque molto a prendere le misure ai nerazzurri e al quarto d'ora sfiora il gol, con la deviazione di Mandzukic sul cross di Lichtsteiner che centra il palo e la sventola di Marchisio, di poco alta sopra l'incrocio.

      Quindi, sette minuti dopo, ecco il capolavoro di Dybala: sul lungo traversone di Asamoah, Mandzukic appoggia al limite dell'area e la Joya, in piena corsa, lascia partire una sassata al volo che fulmina Berisha. Un'esecuzione tanto bella quanto difficile perché l'argentino, pur arrivando con il peso del corpo leggermente arretrato, riesce a tenere il pallone a mezz'altezza, rendendo il tiro imparabile.

      Che l'intesa tra i due sia solida non è una novità e non stupisce quindi che Dybala ricambi la cortesia una decina di minuti dopo, liberando in area il compagno di reparto che controlla, alza la testa e piazza il pallone sul secondo palo firmando il raddoppio.

      La Juve domina, non solo nel punteggio: il ritmo si mantiene alto e i bianconeri stazionano nella metà campo avversaria. Rincon corre su ogni pallone, Asamoah appare sempre più a suo agio come terzino e Lichtsteiner è il solito stantuffo. Nel primo tempo Mandzukic ha ancora due occasioni, ma in entrambe mette a lato, prima cercando la potenza, poi provando a piazzare l'assist di Pjanic.

      Al rientro dagli spogliatoi Allegri manda in campo Sturaro al posto di Marchisio e poco dopo il quarto d'ora ritrova Pjaca, che dà il cambio a Dybala e che dà subito un saggio di classe e potenza, triangolando con Mandzukic a metà campo, arrivando palla al piede fino al limite e servendo Rincon, che spara il destro a lato di un soffio.

      La partita sembra saldamente in mano ai bianconeri che però, con il passare dei minuti sembrano avere fin troppa consapevolezza. Accade così che per due volte l'Atalanta riesca a riaprire i giochi prima quando Konko, al 27' calcia dal limite di prima intenzione e riesce a infilare il pallone sotto l'incrocio. Quindi, dopo il rigore trasformato da Pjanic, tre minuti più tardi, e concesso per fallo di Toloi su Lichtsteiner è Latte a infilare in porta il cross basso di Conti.

      Allegri si cautela inserendo Bonucci e passando alla difesa a tre e per quanto i bergamaschi cerchino di completare la rimonta, al di là del rasoterra di Petagna bloccato in due tempi da Neto, la Juve non corre più rischi e sbarca ai quarti di Coppa Italia, dove troverà o il Milan o il Toro. In un caso o nell'altro, tra due settimane, sarà una sfida tutta da gustare.

      JUVENTUS-ATALANTA 3-2

      RETI: Dybala 22' pt, Mandzukic 34' pt, Konko 27' st, Pjanic (rig.) 30' st, Latte 36' st

      JUVENTUS

      Neto; Lichtsteiner, Barzagli, Rugani, Asamoah; Rincon, Hernanes, Marchisio (1' st Sturaro); Pjanic (37' st Bonucci); Dybala (17' st Pjaca), Mandzukic
      A disposizione: Audero, Del Favero, Semprini, Khedira, Cuadrado, Higuain
      Allenatore: Allegri

      ATALANTA
      Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Grassi (15' st Latte), Freuler, Spinazzola; Petagna, Kurtic (1' st Konko), D'Alessandro (37' st Gomez)
      A disposizione: Sportiello, Bassi, Migliaccio, Pesic, Raimondi, Melegoni, Gatti, Capone
      Allenatore: Gasperini

      ARBITRO: Giacomelli
      ASSISITENTI: Fiorito, Alassio
      QUARTO UFFICIALE: Massa

      AMMONITI: 29' pt Grassi, 19' st Toloi, 25' st Latte, 48' st Freuler

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK