Juventus
    Juventus
      16.03.2017 16:15 - in: Serie A S

      Barzagli: «Domenica sfida importantissima»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      “The Wall” a J|Tv: «Questa è forse la mia migliore Juve, ma conterà soprattutto il risultato finale»

      Vigilia di sorteggio di Champions, meno tre alla trasferta di campionato contro la Sampdoria. Questi i temi in casa bianconera, che oggi ha affrontato Andrea Barzagli in un'intervista esclusiva a J|Tv, il canale tematico ufficiale della Juventus.

      La Serie A, innanzitutto, con il match di Marassi che si avvicina.

      «La Sampdoria viene da un derby vinto e da partite importanti, e quando arriva uno scontro in casa contro la Juventus tutti danno sempre il meglio. Loro hanno la spensieratezza di potersela giocare, noi sappiamo che sarà una partita difficilissima ma allo stesso tempo importantissima».

      Quattro volte nella squadra dell'anno AIC (2012, 2013, 2014, 2016) insieme a Bonucci e Chiellini. BBC in Juventus e Nazionale, il segreto qual è?

      «E' stata la costanza nel lavoro, prima di tutto. Poi quello che si è creato tra di noi è stato un feeling totale in campo, qualcosa che raramente trovi con altri giocatori. Si è creato prima di tutto un'amicizia personale, e poi sostanza in campo. Dietro, però, c'è sicuramente il grande lavoro, perché senza di quello non si va avanti».

      Dall'arrivo di Barzagli, questa è la Juve migliore?

      «Come squadra, può darsi... senza nulla togliere alle scorse annate. Come qualità abbiamo raggiunto forse la miglior Juve, ma è normale come non conti soltanto la qualità ma conti poi, soprattutto, il risultato finale. Siamo in ballo su tutti e tre gli obiettivi e ce la giochiamo! In Champions conta molto l'esperienza, anche per questo è importante che la Juve sia costante e arrivi ogni anno più lontano possibile».

      Domani i sorteggi di Nyon, potendo scegliere... Chi evitare?

      «E' una scelta difficile, non è mai facile incontrare già ai Quarti una delle squadre favorite. Potessi scegliere, preferirei non incontrare il Bayern, perché credo che sia in un momento eccezionale. Quando arrivi tra le migliori otto squadre d'Europa, comunque, sono tutte forti, anche se sulla carta qualcuna può essere più abbordabile di un'altra».

      Dopo cinque scudetti consecutivi e tanti successi, quali sono i prossimi obiettivi da raggiungere?

      «Come obiettivo, non soltanto mio ma di tutta la squadra, e in particolare chi è qui dal primo anno, c'è senza dubbio quello del sesto Scudetto consecutivo. Poi, come calciatore, naturalmente sarebbe il massimo vincere la Champions. Nel calcio bisogna sempre porsi nuovi obiettivi e non smettere mai di sognare!»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK