Juventus
    27.12.2017 15:10 - in: Serie A S

    Bernardeschi: «Propositi per il 2018? Vincere!»

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    L'attaccante bianconero a Sky: «Dell'anno che sta concludersi porterò sempre l'immagine del mio arrivo alla Juventus, un momento che mi riempie di gioia ed orgoglio»

    «I buoni propositi per il 2018? Vincere e alzare più trofei possibile!»: ha le idee chiarissime Federico Bernardeschi, intervenuto oggi in escusiva ai microfoni di Sky, a poche ore dalla conclusione dell'anno solare e dal match che vedrà i bianconeri in campo sabato sera a Verona in casa dell'Hellas.

    Un 2017, quello che sta per chiudersi, di cui "Berna" porterà con sé soprattutto due momenti, come ha raccontato oggi: «Innanzitutto la bellissima scorsa stagione, che mi ha permesso di approdare alla Juventus. E poi, il giorno del mio arrivo a Torino, con tantissimi tifosi pronti ad accogliermi con calore e gioia, un'immagine che mi rende felice ed orgoglioso».

    Un'esperienza, quella bianconera, che il talento di Carrara sta affrontando nel migliore dei modi: «Sono molto sereno e mi trovo benissimo con i miei compagni. Il mister mi dice di stare tranquillo, di lavorare e continuare a migliorare come sto facendo».

    A proposito di Carrara, in bianconero Bernardeschi ha trovato il concittadino Buffon: «Parlare della nostra città è inevitabile, ed anche un po' emozionante. Gigi, poi, è un esempio da seguire per ognuno di noi, sia con la sua presenza che con le sue parole».

    Juve che arriva a Verona dopo la vittoria sulla Roma: «È stato un successo importante, contro una squadra forte che lotta per le prime posizioni della classifica. Abbiamo chiuso un ciclo di parte nel migliore dei modi, dando un segnale alle avversarie: questo ci gratifica molto, dobbiamo continuare su questa strada».

    I successi? Sono anche una questione di testa: «Da esterno, ho sempre detto che della Juventus mi colpiva la mentalità con la quale i bianconeri affrontavano ogni partita. Ora che sono qui, mi sono accorto di cosa c'è dietro, delle ore di lavoro costante, dello spirito di sacrificio e della voglia di vincere e arrivare lontano. Credo che sia questo a fare la differenza tra la Juve e le altre squadre».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK