Juventus
    Juventus
      07.04.2017 18:50 - in: Eventi S

      Club Doc Day: allo Stadium la festa della passione bianconera

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Giornata speciale per 282 Juventus Club Doc, che hanno ricevuto allo Stadium l'abbraccio della società, iniziando ad assaporare tante novità per il futuro.
      I rappresentanti dei Club Doc premiati allo Juventus Club Doc Day 2017

      Una giornata di festa, una giornata di passione, una giornata da veri bianconeri: oggi allo Juventus Stadium si è svolto il Club Doc Day 2017, l'evento che annualmente raduna nella Casa bianconera centinaia di tifosi, in rappresentanza dei numerosissimi Club Doc presenti in Italia e all'estero.

      Sono stati circa 330 i partecipanti all'evento odierno, provenienti da 282 diversi Club Doc, compresi i rappresentati di 18 Club internazionali, provenienti da 14 differenti paesi (Afghanistan, Algeria, Belgio, California, Cina, Francia, Germania, Gran Bretagna, Libano, Macedonia, Malta, Romania, San Marino e Sudan).

      A fare gli onori di casa per la Juventus, in questa occasione così speciale, c'erano il Presidente Andrea Agnelli; il vice-Presidente Pavel Nedved; il CEO & General Manager Sport, Giuseppe Marotta; Il Chief Executive Officer, Aldo Mazzia; il co-chief revenue officer & Head of Marketing and Digital, Federico Palomba; le Legends bianconere Luigi De Agostini e Massimo Bonini, oltre ovviamente a Mariella Scirea, Presidente del Centro di Coordinamento degli Juventus Club Doc.

      L'evento è stato condotto da Claudio Zuliani e Monica Somma e trasmesso in diretta su J|Tv, il canale tematico ufficiale bianconero visibile sul canale 212 di Sky (replica questa sera alle 21.30, domani, 8 aprile, alle ore 13.15 e domenica 9 aprile alle 24).

      Mariella Scirea, Presidente del Centro Coordinamento Club Doc

      È stata proprio Mariella Scirea a salutare i presenti: «Mai come oggi, qui allo Juventus Stadium, ci sentiamo a casa: oggi è la nostra e la vostra festa. Dovete essere fieri e orgogliosi di tifare i colori bianconeri, come noi del centro di coordinamento siamo fieri e orgogliosi di voi!».

      Andrea Agnelli, Presidente della Juventus

      È giunto, poi, il momento del saluto del Presidente, che ha ricevuto una vera e propria standing ovation da parte dei tifosi presenti: «Per voi io sono e sarò sempre Andrea, primus inter pares per i tifosi, perché come tifosi siamo tutti uguali e io sono il primo tifoso della Juventus. Oggi siamo qui, a Casa nostra, ed è un piacere accogliere voi, i primi portatori di juventinità dentro e fuori dal campo. È grazie a voi, che si possono svolgere tutta una serie di attività che aggregano gli juventini e li portano ad essere ancora più vicini a noi, quindi l'applauso che voi mi dedicate, va dedicato a tutti voi!».

      Giuseppe Marotta, CEO & General Manager Sport di Juventus

      Atmosfera di Casa, con calore e affetto bianconero, rappresentato anche da Giuseppe Marotta, che ha ringraziato gli appassionati juventini della loro presenza costante: «I tifosi rappresentano il dodicesimo uomo in campo. La Juventus è la squadra che in Europa fa più punti in casa, qui in questo Stadio, e questo non è un caso: il sostegno e il calore dei tifosi qui ti spingono davvero alla vittoria».

      JUVENTUS OFFICIAL FAN CLUB
      Federico Palomba, co-chief Revenue Officer & Head of Marketing and Digital di Juventus

      Il Club Doc Day ha rappresentato anche un'occasione importante per fare un passo avanti verso il futuro bianconero: come tutti saprete, infatti, da luglio 2017 la Juventus cambierà logo, nel rispetto della nuova filosofia Black and White and More. Un'evoluzione che coinvolgerà, ovviamente, anche i Club Doc, che diventeranno "Juventus Official Fan Club" e che oggi hanno avuto modo di conoscere il nuovo logo e la nuova identità visuale per la prossima stagione, per evidenziare lo strettissimo legame con la Juventus, presentato da Federico Palomba, che ha sottolineato il ruolo importante rivestito dei Club Doc Day. 

      «Vi siamo grati per il grande lavoro che fate» - ha spiegato il Co-chief Revenue Office & Head of Marketing and Digital bianconero - «Trovarvi durante la settimana, avere una sede, aggregare i tifosi: questa è un'attività molto importante. Noi abbiamo lavorato molto per quanto riguarda il digitale, dando visibilità alle attività dei Club Doc sul sito ufficiale, raccontando le vostre storie e dando risalto anche alle persone che vengono da lontano per passione nei confronti della Juventus».

      Saranno numerose le novità che riguarderanno i gli Official Fan Club nella prossima stagione, tra le quali una linea di merchandising esclusiva e ufficialmente riconosciuta, con un catalogo di articoli personalizzabili cui i Club potranno accedere con prezzi speciali.

      I NUMERI DEI CLUB DOC
      Federico Palomba, co-chief Revenue Officer & Head of Marketing and Digital di Juventus

      È un valore davvero importante, quello che i Club Doc rivestono per la Juventus, simbolo di un legame fortissimo tra società e tifosi. Un fenomeno caratterizzato da numeri eccezionali, in crescita continua. Sono, infatti, 488 i Club Doc attivi nel mondo, di cui 69 fuori dall'Italia, 29 in più rispetto alla stagione 2015/2016, per un totale di oltre 133mila associati, in crescita del 32,5% rispetto all'anno passato, record assoluto nella storia del Centro di Coordinamento.

      Tra le attività più importanti riservate ai Club Doc, non si può non menzionare il "Terzo tempo", l'evento che consente di incontrare a una delegazione di rappresentanti dei Club alcuni giocatori della Juventus nella cena post-partita, direttamente allo Stadium (già sei quelli organizzati nella stagione in corso, il prossimo in occasione di Juventus-Genoa del 23 aprile); oppure la partecipazione ad attività esclusive come il backstage della foto squadra, agli allenamenti a porte aperte e agli eventi Meet&Greet presso gli Juventus Store, che hanno consentito ai tifosi di incontrare in questa stagione Trezeguet, Bonucci e Rincon.

      I Club Doc, che in questa stagione vivranno ben quattro Meeting regionali (Palermo, Genova e Crotone: il prossimo sarà in occasione della trasferta della squadra a Pescara), sono ovviamente presentissimi lungo tutta la stagione allo Juventus Stadium e rappresentano quasi la metà degli abbonati totali (49%, ad esclusione dei posti Juventus Premium Club).

      TEMPO DI PREMI

      Ci ha pensato il nostro vice-presidente Pavel Nedved a premiare alcuni Club Doc che si sono distinti in questa stagione:

      • Il Club Doc di Siena Ghibellina, come Club con la più alta percentuale di Donne iscritte: 728 complessivi, di cui il 25% sono donne; 
      • Il Club Doc di Castiglione Olona (VA), come Club con la più alta percentuale di Under 14 iscritti: 153 soci di cui il 21% composto da ragazzi di età inferiore ai 14 anni;
      • Il Club Doc di Hong Kong, come Club che ha percorso il maggior numero di kilometri per partecipare al Club Doc Day. Il Club ha 113 soci e i rappresentanti dello stesso, spesso presenti allo Stadium, hanno percorso ben 9.467 km per raggiungere Torino!
      • Il Club Doc di Montorso Vicentino, come Club distintosi per la miglior iniziativa sociale, avendo organizzato una raccolta fondi per sostenere i terremotati del Centro Italia, coinvolgendo i Club Doc abruzzesi nell'iniziativa.

      Il vice-presidente ha, poi salutato i presenti, ringraziandoli per il sostengo continuo, percepito come un valore aggiunto dalla squadra: «Per i ragazzi siete fondamentali, perché sentono il vostro sostegno, e sono molto orgogliosi di vestire questa maglia anche grazie a voi. Andiamo avanti tutti insieme, fino alla fine!».

      ALLA SCOPERTA DEL J VILLAGE

      È stato il Chief Executive Officer Aldo Mazzia a presentare ai tifosi presenti il J|Village, il nuovo villaggio della Juventus che sorgerà nell'area della Continassa, l'importantissima opera di riqualificazione urbanistica che ospiterà la nuova sede della società (completa tra fine giugno e inizio luglio) e il nuovo centro di allenamento della prima squadra e centro media, oltre ad importanti opere collegate, quali il J|Hotel (apertura prevista per gennaio/febbraio 2018), la Scuola Internazionale WINS e l'Entertainment, Food & Retail Area, di fronte alla quale sarà predisposta anche un'installazione a ricordo delle vittime dell'Heysel.

      Nella parte conclusiva dell'evento, i presenti hanno avuto la possibilità di visitare a bordo di un pullman scoperto, in anteprima assoluta, l'area del J|Village, osservando lo stato di avanzamento dei lavori della struttura ed assaporando in prima persona un ulteriore aspetto fondamentale del futuro della Juventus.

      LA GALLERY DELL'EVENTO
      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK