Juventus
    16.09.2017 11:00 - in: Serie A S

    Focus: Sassuolo-Juventus

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Precedenti e statistiche sulla sfida del Mapei Stadium

    Domenica, alle 12.30, primo "Lunch Game" della stagione per la Signora, che affronta al Mapei Stadium il Sassuolo.
    Un match che, a Reggio Emilia, si è svolto quattro volte, finora. 

    Il Sassuolo non ha mai segnato più di un solo gol in partite casalinghe contro la Juventus: nelle quattro sfide in Emilia due vittorie bianconere, una neroverde e un pareggio.

    Allargando lo sguardo ai precedenti, solo contro Roma (0.4) e Livorno (0) il Sassuolo ha mantenuto una media punti più bassa che contro la Juventus in Serie A (0.5); la Juventus ha vinto le ultime tre partite contro il Sassuolo in Serie A, concedendo un solo gol nel parziale, e nell’ultimo scontro tra le due squadre il primo tiro nello specchio per il Sassuolo è arrivato dopo 45 minuti e sei secondi.

     

    QUANDO SI GIOCA DI DOMENICA

    La Juventus ha vinto 11 delle ultime 12 gare giocate ad ora di pranzo in Serie A (un pareggio) e nelle ultime quattro non ha nemmeno subito gol. Il Sassuolo ha vinto l’ultima gara giocata ad ora di pranzo in Serie A (contro l’Inter a maggio), dopo una serie di quattro partite senza vittorie (1N, 3P), e ha ha sempre subito gol nelle nove gare ad ora di pranzo giocate in Serie A (18 in totale, due esatti di media a match).

    LO STATO DI FORMA

    SASSUOLO

    Il Sassuolo ha guadagnato un solo punto nelle prime tre partite di questo campionato: solo nel primo anno di Serie A i neroverdi hanno ottenuto meno di tre punti nelle prime quattro giornate. I neroverdi, però, non perdono in casa in Serie A da inizio aprile: due vittorie e tre pareggi nelle ultime cinque al Mapei Stadium. 

    JUVE

    La Juventus ha segnato almeno tre gol nelle ultime tre partite di Serie A: i bianconeri non arrivano a quattro gare di fila con tre o più reti da gennaio 2014. Il dato complessivo nelle prime tre giornate parla di 10 gol: non accadeva dal 1981 – l’ultima squadra a riuscirci era stata il Palermo nel 2006/07 e porta i bianconeri ad avere il miglior attacco del campionato (10 gol fatti) e sempre a segno nelle ultime 32 partite di Serie A (70 reti realizzate in totale).

    DATI GENERALI

    La squadra emiliana ha concesso tre reti (su cinque subite in totale) nell’ultimo quarto d’ora di gioco, primato negativo finora in campionato - inoltre tutti i cinque gol subiti dal Sassuolo sono arrivati nei 15 minuti finali dei due tempi.

    La Juventus è la squadra che ha utilizzato più giocatori in questo campionato (21) ed è una delle cinque squadre ad aver già ribaltato una situazione di svantaggio in questo campionato.

    Quella bianconera è la squadra che ha subito meno tiri totali (29) e nello specchio (sette, al pari dell’Inter) in questa Serie A: nello scorso campionato la Juventus aveva subito 19 tiri nei primi tre turni, cinque dei quali nello specchio; inoltre, tutti i suoi gol sono arrivati dall’interno dell’area di rigore.

    La Juventus ha la miglior percentuale realizzativa di questo campionato (29%) ed è infine è la squadra che ha giocato più palloni nella propria metà campo (1350) in questo campionato.

    FOCUS GIOCATORI

    La prossima sarà la gara numero 100 (tutte le competizioni) con la maglia della Juventus per Paulo Dybala: 49 gol totali finora per lui. Solo Immobile (18) ha tentato più conclusioni di Dybala (17) in questo campionato. La Joya ha segnato quattro gol nei 15 minuti finali dei due tempi, più di ogni altro giocatore in questo campionato.

    Sono cinque i gol segnati da Gonzalo Higuain nelle ultime tre sfide contro il Sassuolo in Serie A, tre nelle due partite contro i neroverdi giocate con la maglia della Juventus.

    L'ultimo gol di Federico Bernaredeschi in Serie A è arrivato contro il Sassuolo nello scorso maggio.

    Tra lo scorso campionato e questo solo José Callejón (13) ha fornito più assist di Miralem Pjanic (12, di cui tre in questa stagione); nelle ultime cinque partite contro il Sassuolo in Serie A ha fornito quattro assist e segnato due reti.

    Daniele Rugani è il giocatore che ha effettuato più passaggi in questo campionato (239).

    Diego Falcinelli ha segnato due soli gol nelle sue 30 presenze in Serie A con la maglia del Sassuolo.

    Tutti i 12 tiri di Domenico Berardi in questa Serie A sono arrivati da fuori area: due nello specchio, nessun gol.

    Solo Insigne infatti (13) ha tentato più conclusioni di Berardi (12) senza trovare la rete in questo campionato.

    Francesco Acerbi ha recuperato 30 palloni nelle prime tre giornate: solo Toloi (31) ha fatto meglio finora in Serie A.

    Stefano Sensi è il più giovane centrocampista italiano ad essere andato a segno in questo campionato.

    Alessandro Matri ha giocato 74 partite con la maglia della Juventus in Serie A, segnando 27 reti.

    Federico Peluso ha disputato 21 partite di Serie A in bianconero, segnando una rete.

    LA SFIDA IN PANCHINA

    Massimiliano Allegri ha vinto 4-0 il suo unico precedente con Cristian Bucchi in Serie A: Pescara-Milan del maggio 2013; Bucchi ha affrontato la Juventus solo una volta in Serie A: sconfitta 2-1 in trasferta sulla panchina del Pescara nell'aprile 2013.

    Allegri ha vinto quattro dei sette precedenti con il Sassuolo in Serie A; Si affrontano l'allenatore con la più alta media punti (Allegri, 1.95) e quello con la più bassa (Bucchi, 0.14) tra i 20 attualmente in A.

    COME GIOCA IL SASSUOLO

    Il Sassuolo ha vissuto un cambio di modulo nell'ultima giornata, rispetto a quanto fatto vedere nelle prime due. Infatti Mister Bucchi ha scelto di passare da un 4-3-3 a un centrocampo a 5 con due punte e difesa a 3. 

    Nelle prime due sfide il Sassuolo è infatti sceso in campo con Cannavaro e Acerbi centrali di difesa, Lirola a destra e Gazzola o Peluso a sinistra. 

    A centrocampo Magnanelli centrale, Duncan a sinistra e Missiroli (o Sensi) a destra. In attacco tridente con Falcinelli punta centrale affiancato da Politano e Berardi.

    Differente la disposizione scelta per il match contro l'Atalanta: Acerbi, Cannavaro (centrale) e Letschert dietro, Magnanelli regista davanti alla difesa, e dietro un centrocampo a 4 composto da Adjapong, Mazzitelli, Sensi e Lirola. Punte: Berardi e Falcinelli. 

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK