Juventus
    16.10.2017 16:30 - in: Champions League S

    Fra Lazio e Sporting, il punto di Sami

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Khedira: «Sono felice di essere tornato, ma non per le ultime due partite. Dobbiamo aumentare la concentrazione»

    Il ritorno in campo, gli errori della squadra nelle ultime due giornate di campionato, l’importanza della Champions League: a due giorni dal ritorno in campo in Europa, Sami Khedira spiega il momento suo e della squadra, ai microfoni di Sky e Mediaset.

    «FELICE DI ESSERE TORNATO»

    «Stare fuori alcune settimane non è stato semplice, ma adesso non sento dolore, sto bene, sono contento di essere ritornato in campo con i miei compagni».

    QUESTIONE DI CONCENTRAZIONE

    «Ovviamente, come dopo ogni partita, abbiamo rivisto la sfida contro la Lazio insieme – racconta Sami – Abbiamo notato come la ripresa non sia stata all’altezza del primo tempo, soprattutto da un punto di vista difensivo. In questo momento l’aspetto su cui dobbiamo lavorare maggiormente è quello della concentrazione: non è una cosa positiva essere stati recuperati sia a Bergamo che contro la Lazio: questi avversari, se non mantieni sempre alta la tensione, ti colpiscono in modo letale, come infatti è accaduto. Se sei avanti nel punteggio, non devi mollare e cercare altri gol, senza essere sicuro di aver vinto. Se subiamo troppi gol, non è una questione di modulo, ma di come ci si muove e ci si sta vicini in campo».

    LE AVVERSARIE PER LO SCUDETTO

    Così Khedira commenta i risultati delle contendenti, specialmente Napoli e Inter: «Sono in ottima forma, hanno due grandi allenatori e stanno portando a casa delle grandi prestazioni. Essere dietro al Napoli di cinque punti non è bello, ma il campionato è lungo, e i risultati degli ultimi anni ci dicono che fra le pretendenti alla vittoria finale, ovviamente, ci siamo anche noi. L’Inter? è migliorata molto, sono una squadra solida, non perdono la testa e sono organizzati».

    TESTA ALLA CHAMPIONS LEAGUE

    «Lo Sporting ha dimostrato in queste prime due partite di non essere un avversario semplice: sono portoghesi, amano giocare la palla: noi dovremo approcciare al match giocando con pazienza, senza spingere all’impazzata nei primi minuti per segnare molti gol. Le prossime partite, specialmente quelle in casa, ma anche la trasferta a Lisbona, saranno fondamentali per il passaggio del turno».

    I NUOVI COMPAGNI

    Sami focalizza l’attenzione soprattutto su due fra i nuovi arrivi in maglia bianconera: Matuidi e Bentancur. «Blaise è un giocatore la cui qualità era nota, sia al PSG che con la Nazionale francese. Non è una sorpresa per me, è un giocatore forte fisicamente, ma non solo. Quanto a Rodrigo, è giovane, ma ha un grande talento e sta facendo benissimo, e non è timido: chiede la palla, prova a spingere la squadra. Ha un grande futuro con noi».

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK