Juventus
    16.05.2017 13:04 - in: Eventi S

    In udienza da Papa Francesco

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    Il Pontefice ha ricevuto nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano la Juventus, la Lazio e le autorità dello sport italiano

    «Siate testimoni di lealtà, onestà, concordia e umanità». È questo l'invito rivolto da Papa Francesco ai giocatori di Juventus e Lazio che questa mattina, insieme ai dirigenti e agli staff tecnici delle due società, agli arbitri della finale di Coppa Italia e alle autorità di CONI, FIGC, Lega Serie A e AIA, sono stati ricevuti in udienza privata nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano.

    Dopo il saluto e il ringraziamento del Presidente della FIGC Carlo Tavecchio, il Pontefice ha ricordato ai giocatori la grande responsabilità che ognuno di loro deve avvertire, «considerando il fascino e i riflessi che il calcio professionistico ha sulle persone, specialmente sui giovani».

    «Coloro che sono considerati “campioni” diventano facilmente figure di riferimento – ha proseguito - perciò ogni gara è una prova di equilibrio, di padronanza di sé, di osservanza delle regole. Chi, col proprio comportamento, sa dare prova di tutto ciò diventa un esempio per i suoi ammiratori».

    «A volte negli stadi si verificano, purtroppo, episodi di violenza, che turbano il sereno svolgimento delle partite e il sano divertimento della gente - ha aggiunto il Papa -.Auspico che, per quanto è in vostro potere, possiate sempre aiutare l'attività sportiva a rimanere tale e, grazie all'impegno personale di tutti, ad essere motivo di coesione tra gli sportivi e nell'intera società».

    Per la Juventus, disposta sul lato sinistro della sala, erano presenti oltre alla squadra e allo staff tecnico, il vicepresidente Pavel Nedved, Giuseppe Marotta, Fabio Paratici e Maurizio Lombardo. La La Lazio, seduta sul lato opposto  era rappresentata dalla squadra, dal Presidente Claudio Lotito e dal Direttore Sportivo Igli Tare. Al centro della sala erano disposte invece le autorità dello sport italiano: i Presidenti di CONI, FIGC Giovanni Malagò e Carlo Tavecchio, il Direttore Generale della FIGC Michele Uva, il Direttore Generale della Lega Serie A Marco Brunelli e il Presidente dell'AIA Marcello Nicchi.

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK